La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero." Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi. Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi. È per far sì che il nostro software già prodotto sia un incentivo che la GNU GPL è stata pensata: "Se renderete il vostro software libero, potete utilizzare questo codice". Di certo in questo modo non si vincerà sempre, ma qualche volta sì. "Richard Stallman"

macbuntu, cinelerra, cinnamon, lmms, ubuntu, linux Debian, Linux Ubuntu, software libero Gnome Media Player, Multimedia, Audio, Video, Linux, Ubuntu ubuntu 13.04, raring ringtail, linux Kubuntu, KDE, Ubuntu Valve Steam, giochi, Linux, Ubuntu QTOctave, MatLab, programmazione, Linux, Ubuntu Google Calendar, Office, Ubuntu, Linux infografica, email, posta elettronica, messaggistica, Ubuntu, Linux Gnome 3 shell, ambiente grafico, Ubuntu, Arch Linux

OpenOffice cambia nome ma continua ad essere rilasciata con una licenza libera e open source.

domenica 22 luglio 2012

apacheopenofficeOpenOffice ora Apache OpenOffice (incubating), è una suite per ufficio completa, rilasciata con una licenza libera e Open Source che ne consente la distribuzione gratuita.

Legge e scrive file nei formati utilizzati dai prodotti più diffusi sul mercato e, a garanzia della futura accessibilità dei dati, nel formato OpenDocument, standard ISO. Consente inoltre l'esportazione in formato PDF.

OpenOffice è liberamente, gratuitamente e legalmente utilizzabile in ogni contesto: pubblico, privato, professionale e aziendale.

Vari miglioramenti alla più diffusa suite Open Source per l'ufficio, multipiattaforma, multilingua e con oltre 100 milioni di utente.

Download:


"Con la donazione di OpenOffice ad ASF, la fondazione, e particolarmente la comunità di OpenOffice, si è trovata di fronte a un compito impegnativo: dare nuovi stimoli ai volontari e controllare la storia della proprietà intellettuale di OpenOffice in modo da poterlo rilasciare con assoluta tranquillità sotto licenza Apache", dice Jim Jagielski, presidente di ASF e uno dei membri incaricati di gestire il progetto OpenOffice. "Il rilascio di Apache OpenOffice 3.4 dimostra che il progetto ha avuto successo: gli sviluppatori fanno capo ad oltre 21 diverse aziende, evitando così il dominio da parte di una singola azienda; il codice sorgente è solido, stabile e significativamente migliorato rispetto ad altre varianti; ed ovviamente esiste anche una vivace e variegata comunità di utenti e sviluppatori".

Apache OpenOffice è la più diffusa suite di produttività open source, con più di 100 milioni di utenti in ambito domestico, aziendale, governativo, scolastico e accademico, in 15 lingue. Apache OpenOffice 3.4 si può scaricare da Internet gratuitamente. OpenOffice 3.4 ha:
  • supporto per funzioni di scrittura testo, foglio elettronico, presentazione, database, disegno e scrittura di formule matematiche per sistemi basati su Windows, Linux (32-bit e 64-bit) e Macintosh
  • supporto linguistico per italiano, arabo, ceco, cinese semplificato e tradizionale, francese, gallego, giapponese, inglese, olandese, portoghese/brasiliano, russo, spagnolo, tedesco, ungherese
  • migliore supporto per ODF, comprese nuove funzioni di foglio elettronico e nuove opzioni per la crittografia dei documenti secondo lo standard ODF 1.2
  • supporto per tabelle pivot in Calc migliorato
  • supporto completo per il formato Scalable Vector Graphics (SVG), per le estremità delle linee e per trasformazioni tridimensionali
  • miglioramenti di prestazioni e qualità
L'elenco completo delle nuove funzionalità e dei miglioramenti è disponibile nelle Note di rilascio.
Gli utenti di Apache OpenOffice possono inoltre contare su un ampio ecosistema di prodotti di terze parti, con oltre 2300 modelli e 800 estensioni.
apache-openoffice
Sviluppo guidato dalla comunità: il metodo Apache
Il codice sorgente di OpenOffice, creato negli anni '90 da Star Division, fu acquisito da Sun nel 1999 e poi da Oracle Corporation nel 2010, prima di essere trasferito alla Apache Software Foundation a metà del 2011.

Oggi il progetto viene sviluppato da un gruppo di volontari che si occupano di programmazione, test, traduzioni e altri compiti seguendo il processo di sviluppo di ASF, noto informalmente come "metodo Apache"; e conta centinaia di sostenitori attivi in ambito Open Source in tutto il mondo.

"La versione 3.4 di OpenOffice, la prima come progetto Apache, a dieci anni esatti dalla versione 1.0, avvia un capitolo significativo nella vita di un progetto di primaria importanza", dice Stephen O'Grady, Principal Analyst di RedMonk. "Dopo mesi di impegno, la suite di produttività open source ha ora una licenza che soddisfa le esigenze di un'ampia popolazione di utenti, sviluppatori e aziende di software in tutto il mondo".

Essendo un progetto all'interno di Apache Incubator, Apache OpenOffice è gestito da un PPMC (Podling Project Management Committee) che ne guida le ordinarie operazioni, lo sviluppo della comunità e la distribuzione di nuove versioni. Il codice sorgente di Apache OpenOffice, i download, la documentazione, le mailing list e le risorse collegate sono disponibili su http://incubator.apache.org/openofficeorg/

Per la prima versione ufficiale di OpenOffice distribuita da Apache, gli sviluppatori hanno seguito con successo le linee guida dell'Incubator Project Management Committee, individuando e sostituendo le librerie che presentavano licenze incompatibili con le direttive di Apache Software Foundation.
writer-big


Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



0 commenti:

Ultimi post pubblicati

I miei preferiti

Scarica Curriculum Segnala Feed WebShake – tecnologia Subscribe using FreeMyFeed border="0" alt="iFeed" /> Aggregatore di blog Aggregatore Blogstreet - dove il blog è di casa Vero Geek iwinuxfeed.altervista.org Paperblog Add to Technorati Favorites Directory dei blog italiani BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Feed XML offerto da BlogItalia.it BlogNews Il Bloggatore web counter Feedelissimo intopic.it