AntiVir Personal Edition


Oggi mi sono cimentato nell'installazione del famoso antivir personal edition classic. Fa un certo effetto installare questo antivirus sembra che ci si trovi su windows. Ma tutto sommato non è che mi serviva ma ci ho provato lo stesso. Sapete che per Ubuntu basta e avanza con ClamWin e volendo un buon firewall come Firestarter.

Faccio presente che un sistema linux è molto più sicuro dell'analogo sistema windows se volete provare pure voi collegatevi a questo indirizzo web http://www.free-av.com/
e scaricatevi la versione per linux .

Copiate il file scaricato nella cartella opt digitate da terminale.

sudo cp -fr $HOME/Desktop/antivir* /opt

Scompattate il tutto sudo tar zxvf antivir*

Adesso entrate dentro la nuova cartella cd antivir-workstation-pers-2.1.10-15

Rendete eseguibile il file install

sudo chmod a+rwx install
sudo chown utente:utente install

Adesso per far partire l'installazione digitate sudo ./install

L'installazione e semplicissima basta rispondere a varie domande e opzioni di facile interpretazione.

Ho notato che il programma alla fine se lo faccio partire come utente normale mi dice che non è configurato il gruppo per antivir, ho risolto il tutto cliccando su sistema-amministrazione-utenti e gruppi

Cliccate sulla voce antivir e selezionate come gruppo il vostro utente e l'utente root.

Adesso per lanciare il programma con interfaccia grafica basta scrivere antivir-gui da terminale se volete creare una icona d'avvio del programma sulla scrivania potete utilizzare diverse

Opzioni:
potete creare un collegamento simbolico al file antivir-gui che si trova dentro /usr/bin e metterlo nel desktop, potete pure utilizzare il programma alacarte per crearvi una voce nel menu seguite le guide che ho rilasciato nei post precedenti sull'utilizzo del programma.
se volete potete fare come ho fatto io scrivete da terminale sudo ln -fs /usr/bin/antivir-gui

$HOME/Desktop/antivir .


Il funzionamento e l'interfaccia come potete vedere sono gli stessi della versione per windows penso non ci siano ulteriori problemi per l'uso.

Per un approccio più opensource si può pure utilizzare clam antivirus che si trova nei repository di ubuntu.
Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.