Guida all’installazione di Linux Mint: come scegliere l’ambiente desktop giusto.

Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, basata su Ubuntu.

Si focalizza sulla facilità d'uso e per la sua semplicità di installazione, ed utilizza sia repository propri sia quelli di Ubuntu.

Puoi scaricare Linux Mint da questa pagina.

Mentre il nucleo di Linux Mint è basato su Ubuntu, il design, alcune applicazioni ed in generale l'aspetto grafico sono sviluppate direttamente dal team di Linux Mint.

Le differenze comprendono i temi, i codec multimediali, un menu personalizzato ispirato a quello di Windows al posto di quello standard di GNOME (usato come ambiente desktop predefinito su Ubuntu fino alla versione 10.10), e una collezione di strumenti di sistema progettati per semplificare l'utilizzo del sistema da parte degli utenti.
Linux_Mint.logo

L’ambiente desktop giusto in Linux Mint.

Cinnamon, MATE o Xfce?

Linux Mint è disponibile in tre edizioni diverse, ognuna delle quali offre un ambiente desktop differente.

Cinnamon. 

Cinnamon è l’ambiente desktop più moderno, innovativo e completo di ogni funzionalità.

L’edizione più diffusa di Linux Mint è Cinnamon. Questo ambiente desktop è sviluppato principalmente da Linux Mint per Linux Mint. È pratico, bello e pieno di nuove funzionalità.

Cinnamon è un ambiente desktop nato come fork di GNOME Shell, cuore dell'ambiente desktop GNOME 3, con lo scopo di fornire agli utenti della distribuzione Linux Mint un'esperienza utente più simile a quella del collaudato GNOME 2 pur utilizzando la tecnologia della innovativa versione 3.


È stato creato da Clement Lefebvre, all'interno dello sviluppo di Linux Mint, ed è diventato l'ambiente grafico predefinito della distribuzione a partire dalla versione 13 insieme a MATE, fork di GNOME 2.XX
LinuxMint-cinnamon

MATE.

Un ambiente desktop più stabile e veloce.



Linux Mint è anche coinvolta nello sviluppo di MATE, un ambiente desktop classico, continuazione di GNOME 2, che è stato l’ambiente desktop di default in Linux Mint dal 2006 al 2011.

Nonostante gli manchi qualche funzionalità e il suo sviluppo sia più lento rispetto a Cinnamon, MATE è più performante, usa meno risorse, ed è più stabile di Cinnamon.

MATE fornisce un desktop intuitivo e gradevole per gli utenti Linux e di altri sistemi operativi stile Unix, usando le metafore tradizionali.

MATE si trova in una fase sviluppo attivo per aggiungere supporto per le nuove tecnologie mentre preserva un’esperienza desktop tradizionale.

Il nome deriva da una spezia, la yerba mate, una specie tipica del Sud America, spesso usata per la preparazione dell'omonima bevanda, usata a scopo cerimoniale.
LinuxMint-mate

Xfce.


Il più leggero e stabile ambiente desktop.

Xfce è un ambiente desktop molto leggero. Non supporta tutte le funzionalità di Cinnamon or MATE, ma è estremamente stabile e molto leggero nell’uso di risorse.

Xfce si pone l'obiettivo di essere leggero e veloce pur restando visivamente appetibile e semplice da utilizzare. Una delle caratteristiche principali di Xfce è quella di essere composto da numerosi componenti che, nel loro insieme, formano l'ambiente desktop, ma se utilizzati singolarmente permettono all'utente di creare una propria sessione personalizzata contenente solo le funzioni di cui egli necessita.

Xfce è basato sulle librerie grafiche GTK+ 2, le stesse usate su GNOME 2 ma con la versione 4.12 è iniziata la conversione dell'ambiente desktop al toolkit GTK+ 3: alcuni componenti possono già essere compilati per usare la nuova versione delle librerie grafiche.[2]. Il definitivo passaggio al nuovo toolkit è previsto per la prossima versione.

Xfce utilizza meno risorse dei più blasonati GNOME e KDE rendendolo un ottimo compromesso tra leggerezza, funzionalità e bellezza dell'interfaccia. Il window manager utilizzato è Xfwm4, un software nato in seno al progetto e creato specificamente per Xfce che dalla versione 4.2 integra un proprio compositor.
LinuxMint-xfce
Ovviamente tutti e tre gli ambienti desktop sono fantastici e Linux Mint è estremamente orgogliosa di ogni edizione.

Nonostante ci siano più funzionalità e un miglior supporto in alcune edizioni rispetto ad altre, e alcune siano più veloci e leggere di altre, tutte quante sono ottime alternative, e scegliere l’edizione giusta è in larga parte una questione di gusto.
Leggi anche: Mate è un'ambiente desktop che riporta l'esperienza utente di Gnome 2 su nuove distribuzioni.
A parte le loro funzionalità e performance, Cinnamon, MATE e Xfce rappresentano tre diversi ambienti desktop, con menù differenti, e pannelli e strumenti di configurazione diversi. L’edizione giusta per te è quella che più ti fa sentire a casa.

Se non sei sicuro di quale edizione scegliere, incomincia con Cinnamon. Provale tutte, quando avrai tempo, eventualmente. Tutte e tre hanno il loro pubblico all’interno della comunità di Linux Mint, e sono tutte e tre molto usate.

32-bit o 64-bit?.

64-bit è la scelta consigliata.

Le immagini ISO a 32-bit sono messe a disposizione per motivi di compatibilità con i computer più datati. I processori a 32-bit sono estremamente rari al giorno d’oggi e la maggior parte dei computer sono in grado di girare a 64-bit. Se il tuo computer è stato fabbricato dopo il 2007, probabilmente ha un processore a 64-bit.

Se hai un computer datato e non sei sicuro se possa girare a 64-bit, leggi Cronologia dei processori x86 (in inglese).



Suggerimento:
Puoi provare ad avviare Linux Mint a 64-bit sul tuo computer. Se non è compatibile, non succederà nulla di grave, ma apparirà solo un messaggio di errore.
Guida all’installazione di Linux Mint: come scegliere l’ambiente desktop giusto.Twitta
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
ubuntu-Ubuntulandia-
Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

2 commenti:

  1. Ottima guida, aspetto il seguito, buonasera e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK grazie dal tuo commento. Questa guida è la prima della serie dedicata a Linux Mint.

      Elimina

Powered by Blogger.