La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero." Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi. Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi. È per far sì che il nostro software già prodotto sia un incentivo che la GNU GPL è stata pensata: "Se renderete il vostro software libero, potete utilizzare questo codice". Di certo in questo modo non si vincerà sempre, ma qualche volta sì. "Richard Stallman"

google, chrome, re ubuntu, browsers internet, linux Debian, Linux Ubuntu, software libero Gnome Media Player, Multimedia, Audio, Video, Linux, Ubuntu matlab, guide, introduzione, software educativo, apps, ubuntu, programmazione, linux Kubuntu, KDE, Ubuntu Valve Steam, giochi, Linux, Ubuntu QTOctave, MatLab, programmazione, Linux, Ubuntu Google Calendar, Office, Ubuntu, Linux infografica, email, posta elettronica, messaggistica, Ubuntu, Linux Gnome 3 shell, ambiente grafico, Ubuntu, Arch Linux

Guida introduttiva di Chrome: svuotamento della cache e gestione dei cookie.

venerdì 13 febbraio 2015

Svuotamento della cache ed eliminazione di altri dati del browser.

Hai il controllo dei tuoi dati di navigazione. Questi dati comprendono la cronologia di navigazione e dei download e i dati salvati dei moduli. Utilizza la finestra di dialogo "Cancella dati di navigazione" per eliminare tutti i tuoi dati, o soltanto una parte, raccolti durante uno specifico periodo di tempo.

Eliminazione di tutti i dati.
  1. Fai clic sul menu Chrome Chrome menu nella barra degli strumenti del browser.
  2. Seleziona Strumenti.
  3. Seleziona Cancella dati di navigazione.
  4. Nella finestra di dialogo visualizzata, seleziona le caselle di controllo relative ai tipi di informazioni che desideri rimuovere.
  5. Utilizza il menu in alto per selezionare la quantità di dati che desideri eliminare. Seleziona tutto per eliminare tutti i dati.
  6. Fai clic su Cancella dati di navigazione.
google-chrome-wallpaper

Guida introduttiva di Chrome: norme sulla privacy e gestione delle password.

Norme sulla privacy di Chrome.

Chrome ti offre trasparenza e possibilità di scelta in merito alla gestione delle tue informazioni private in Chrome.

 

L'Informativa sulla privacy di Chrome descrive le nostre norme di tutela della privacy specifiche di Google Chrome. Continueremo ad aggiornare la nostra informativa sulla privacy con il rilascio di nuove funzioni.

 

Accesso ai servizi Google con Chrome.

 

Alcune funzioni di Chrome che vengono attivate tramite l'accesso a Chrome o a dispositivi Chrome, come la sincronizzazione e Google Cloud Print, utilizzano il tuo account Google per accedere ai servizi web di Google. Le Norme sulla privacy di Google spiegano in che modo trattiamo i dati personali che fornisci a Google mediante l'utilizzo di tali funzioni.

chrome browser

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Gennaio 2015.

lunedì 9 febbraio 2015

1.- Vivaldi, browser per gli orfani di Opera.

Vivaldi, browser per gli orfani di Opera.

Un team di sviluppatori si richiama alla tradizione del "vecchio" Opera e promette un nuovo browser veloce, performante e a prova di power user. L'Opera di oggi non ci rappresenta più, dicono.   Per dare il via a una nuova stagione è nato Vivaldi, browser Web di nuova concezione nato dall'iniziativa di chi in precedenza aveva già lavorato su Opera. Oggi Opera è molto diverso rispetto al passato

Leggi il resto dell'articolo... »

Vivaldi, browser per gli orfani di Opera.

sabato 31 gennaio 2015

Un team di sviluppatori si richiama alla tradizione del "vecchio" Opera e promette un nuovo browser veloce, performante e a prova di power user. L'Opera di oggi non ci rappresenta più, dicono.

 

Per dare il via a una nuova stagione è nato Vivaldi, browser Web di nuova concezione nato dall'iniziativa di chi in precedenza aveva già lavorato su Opera. Oggi Opera è molto diverso rispetto al passato, dicono gli sviluppatori, e c'è spazio per un browser fedele alle radici originali del progetto norvegese.

 

Nato da un'iniziativa di Jon von Tetzchner (ex-CEO di Opera) e un nutrito gruppo di programmatori, Vivaldi intende riprendere il discorso interrotto da Opera, un browser che nel 2015 ha cambiato direzione e non serve più la community di utenti e contributori di codice, dice il sito ufficiale.

 

vivaldi browser


Guida all’uso di Matlab: lavorare con le matrici (2da parte).

sabato 17 gennaio 2015

Funzioni intrinseche matematiche.

Riportiamo un elenco di alcune funzioni matematiche predefinite in MATLAB. Molte di queste funzioni, presentate qui nella loro versione scalare, possono essere applicate anche a variabili matriciali. Indicando con x ed y due numeri reali e z un numero complesso, ricordiamo le seguenti funzioni:

Matlab_Logo

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Dicembre 2014.

lunedì 12 gennaio 2015

1.- Guida all’uso di MatLab: come lavorare con le matrici.

Guida all’uso di MatLab: come lavorare con le matrici.

Questa sezione presenta altri modi di creare matrici.   Generazione di matrici. MATLAB prevede quattro funzioni che generano matrici di base. Degli esempi sono:   Z = zeros(2,4) Z = 0 0 0 0 0 0 0 0 F = 5*ones(3,3) F = 5 5 5 5 5 5 5 5 5 N = fix(10*rand(1,10)) N = 4 9 4 4 8 5 2 6 8 0 R = randn(4,4) R = 1.0668 0.2944 -0.6918 -1.4410 0.0593 -1.3362 0.8580 0.5711 -0.0956 0.7143 1.2540

Leggi il resto dell'articolo... »

Guida all’uso di MatLab: come lavorare con le matrici.

venerdì 2 gennaio 2015

Questa sezione presenta altri modi di creare matrici.

 

Generazione di matrici.

MATLAB prevede quattro funzioni che generano matrici di base. Degli esempi sono:

 

Z = zeros(2,4) Z =

0 0 0 0

0 0 0 0

F = 5*ones(3,3) F =

5 5 5

5 5 5

5 5 5

N = fix(10*rand(1,10)) N =

4 9 4 4 8 5 2 6 8 0

R = randn(4,4) R =

1.0668 0.2944 -0.6918 -1.4410

0.0593 -1.3362 0.8580 0.5711

-0.0956 0.7143 1.2540 -0.3999

-0.8323 1.6236 -1.5937 0.6900

zeros All zeros

ones All ones

rand Uniformly distributed random elements

randn Normally distributed random elements.

Matlab_Logo

Ubuntu-it Meeting 2014: sabato 22 novembre a Bologna.

mercoledì 29 ottobre 2014

La Comunità Italiana di Ubuntu su prepara al prossimo meeting che avrà luogo a Bologna il22 novembre 2014.

Questo evento, che si svolge due volte l'anno, è un incontro per tutti i sostenitori di ubuntu-it, ovvero tutte quelle persone che dedicano parte del loro tempo libero a promuovere Ubuntu, offrire supporto agli utenti italiani e migliorare tutto ciò che ruota attorno al famoso sistema operativo libero.
Lo scopo del meeting è quello di fare il punto della situazione e discutere di tutte le attività che la Comunità sta portando avanti, nonché di aspetti che riguardano Ubuntu stesso. Non solo: è un'occasione importantissima per potersi conoscere di persona e stringere ottime amicizie. Chiunque voglia aiutare a diffondere Ubuntu, o anche solo conoscere chi c'è dietro ubuntu-it, è il benvenuto!

Ubuntu-it a “Todi Appy Days”

La Comunità Italiana di Ubuntu parteciperà il 27 e 28 Settembre 2014 a “Todi Appy Days”, il primo evento in Italia completamente dedicato al mondo delle App.
A Todi, dal 25 al 28 Settembre si terrà “Todi Appy Days”, il primo evento in Italia completamente dedicato al mondo delle App, a cui parteciperà anche la Comunità Italiana di Ubuntu, con un proprio stand e talk. Ubuntu-it presenterà una serie di interventi su “Ubuntu Touch”, il nuovo sistema per dispositivi mobili (tablet e smartphone) che sarà rilasciato ufficialmente entro l’anno, grazie ad accordi commerciali con fornitori leader del settore.

Fabio Lalli, CEO di IQUII e direttore tecnico di Appy Days dice: “Sarà il primo evento italiano, dedicato alle applicazioni mobile, al weareable tech e all'internet of things, durante il quale si potranno vedere e provare le tecnologie applicate alla vita di tutti i giorni e come queste cambiano le nostre abitudini.”

Il Wiki si aggiorna col rilascio di Utopic Unicorn!

Dopo settimane di riscrittura e revisione delle innumerevoli pagine del Wiki, abbiamo oggi portato a termine l'aggiornamento alla Documentazione della comunità italiana di Ubuntu.
È con enorme soddisfazione che il Gruppo Documentazione festeggia il rilascio di Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn e per farlo desideriamo ringraziare tutti coloro che in questi giorni hanno contribuito!
Grazie a tutti voi che avete aggiornato guide o fatto segnalazioni sul Forum.


Come recuperare partizioni e dati persi con TestDisk.

martedì 28 ottobre 2014

Questo esempio di recupero è una guida passo passo al recupero con TestDisk di una partizione persa ed alla riparazione di una corrotta. 

Problema di Esempio.
Abbiamo un hard disk di 36GB contenente 3 partizioni. Sfortunatamente; Il settore d'avvio della partizione primaria NTFS è danneggiato; inoltre è stata accidentalmente cancellata una partizione logica NTFS.

Questo esempio vi guida all'uso di TestDisk, passo passo, per recuperare queste partizioni perse Riscrivendo il boot sector NTFS corrotto, e Recuperando la partizione logica NTFS accidentalmente cancellata. Il recupero di una partizione FAT32 (invece di una NTFS) può essere effettuato compiendo esattamente gli stessi passi. Sono disponibili altri recovery examples. per informazioni su FAT12, FAT16, ext2/ext3, HFS+, ReiserFS aed altri tipi ancora, leggere Running the TestDisk Program.
test disk

Aggiornamenti di sicurezza importanti per Xubuntu 14.10 "Utopic Unicorn": Browser Web Chromium, Email Mozilla Thunderbird:, Firefox Web Browser: e Adobe Flasher Plugin Installer:.

domenica 26 ottobre 2014

Sappiamo tutti quanto sia importante mantenere aggiornato il proprio sistema operativo, ma è parimenti esperienza comune che spesso siano proprio gli aggiornamenti a introdurre nuovi bug. 

Xubuntu segue delle linee guida ben precise per gestire questa situazione.

La chiave di volta dell’intero discorso è che, una volta rilasciata la release, gli aggiornamenti non si fanno affatto, a meno che non riguardino vulnerabilità di sicurezza o bug particolarmente significativi.

Addirittura, nell’ottica di stabilizzare la release, già durante le ultime fasi di sviluppo l’ingresso di nuovi pacchetti dei vari software è sottoposto ad un controllo particolarmente rigido (una fase nota agli sviluppatori come “Feature Freeze”, appunto).

Gli aggiornamenti proposti a continuazione fanno parte del bollettino di sicurezza settimanale rilasciato da Canonical e riguardano in particolare i primi aggiornamenti importanti sulla sicurezza riguardanti la neonata Xubuntu 14.04 "Trusty Tahr".

In particolare gli aggiornamenti riguardano:


Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Settembre 2014.

lunedì 13 ottobre 2014

1.- Guida all’uso di MatLab: espressioni matematiche.

Guida all’uso di MatLab: espressioni matematiche.

Come altri linguaggi di programmazione, MATLAB prevede espressioni matematiche, ma queste espressioni coinvolgono matrici intere.   Il blocco di espressioni è:   Variabili Numeri Operatori Funzioni Variabili MATLAB non richiede alcuna dichiarazione del tipo della dimensione. Quando MATLAB incontra un nome variabile nuovo, crea automaticamente la variabile e stanzia l’ammontare adatto

Leggi il resto dell'articolo... »

Guida all’uso di MatLab: espressioni matematiche.

mercoledì 1 ottobre 2014

Come altri linguaggi di programmazione, MATLAB prevede espressioni matematiche, ma queste espressioni coinvolgono matrici intere.

 

Il blocco di espressioni è:

 

Variabili

Numeri

Operatori

Funzioni

Variabili

MATLAB non richiede alcuna dichiarazione del tipo della dimensione. Quando MATLAB incontra un nome variabile nuovo, crea automaticamente la variabile e stanzia l’ammontare adatto in deposito. Se la variabile già esiste, MATLAB cambia i suoi contenuti e, se necessario, effettua un nuovo deposito. Per esempio

elenco = 30

matlab_mcxlab

Guida introduttiva di Chrome: statistiche e impostazioni di sicurezza avanzate.

martedì 16 settembre 2014

Google Chrome adotta misure di sicurezza appropriate che ti proteggono mentre navighi sul Web. Per modificare queste impostazioni, procedi nel seguente modo:

  1. Fai clic sul menu Chrome Chrome menu nella barra degli strumenti del browser. 
  2. Seleziona Impostazioni.
  3. Fai clic su Mostra impostazioni avanzate.
  4. Di seguito vengono spiegate le diverse impostazioni che puoi modificare.

    Non modificare queste impostazioni a meno che tu sappia esattamente ciò che stai facendo.

    • Protezione contro phishing e malware
      Questa opzione è attiva per impostazione predefinita nella sezione "Privacy". Quando è attiva, Google Chrome ti avverte se rileva che il sito che stai tentando di visitare potrebbe essere di phishing o contenere malware.
    • Certificati e impostazioni SSL
      Vai alla sezione "HTTPS/SSL" per gestire i certificati e le impostazioni SSL.
    • Impostazioni relative ai contenuti web
      Fai clic su Impostazioni contenuti nella sezione "Privacy" per modificare le autorizzazioni relative a cookie, immagini, JavaScript, plug-in, popup e condivisione della posizione.
    chrome logo

Ultimi post pubblicati

I miei preferiti