La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero." Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi. Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi."Richard Stallman"
google, chrome, re ubuntu, browsers internet, linux Debian, Linux Ubuntu, software libero Gnome Media Player, Multimedia, Audio, Video, Linux, Ubuntu matlab, guide, introduzione, software educativo, apps, ubuntu, programmazione, linux Kubuntu, KDE, Ubuntu Valve Steam, giochi, Linux, Ubuntu QTOctave, MatLab, programmazione, Linux, Ubuntu Google Calendar, Office, Ubuntu, Linux infografica, email, posta elettronica, messaggistica, Ubuntu, Linux Gnome 3 shell, ambiente grafico, Ubuntu, Arch Linux

Aggiornamento di Google Chrome su Xubuntu.

martedì 25 agosto 2015

Google Chrome è un browser web gratuito per computer Windows, Mac e Linux. Puoi installare Google Chrome anche su dispositivi Android e iOS.

Per Linux:

Usa lo stesso software con cui installi programmi sul tuo computer per installare Chrome. Assicurati innanzitutto di disporre di accesso amministrativo.
  1. Scarica il file di installazione.
  2. Fai clic su OK per aprire il pacchetto.
  3. Fai clic su Installa pacchetto.
  4. Una volta configurati tutti gli elementi si apre una finestra di Chrome. Google Chrome aggiungerà le proprie informazioni sul programma al tuo gestore di software in modo da poter ricevere gli aggiornamenti.
chrome su xubuntu

GPixPod, applicazione per la gestione di foto su Apple iPod di ultima generazione.

martedì 18 agosto 2015

A tutti gli appassionati dell'ambiente libero, vorrei consigliare di provare GpixPod, una applicazione PyGTK che permette di caricare foto e musica nei nuovi iPod di quinta generazione senza per forza dover usare iTunes.

GPixPod è un’applicazione sviluppata in Python/GTK per il caricamento e la gestione di foto su Apple iPod di ultima generazione.

Realizzato principalmente per GNU/Linux e l’ambiente desktop Gnome, GPixPod è in effetti cross-platform ed è il primo software libero con una semplice GUI per manipolare foto su iPod.
gpixpod-logo

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Luglio 2015.

giovedì 13 agosto 2015

1.- Installare Linux su una macchina Dos con i vantaggi e difetti di UMSDOS.
Installare Linux su una macchina Dos con i vantaggi e difetti di UMSDOS.
Il titolo può trarre in inganno, in quanto Linux è un Sistema Operativo indipendente dal Dos, ma c'è molta gente che pensa di non poter abbandonare il Dos. È possibile però continuare ad usare il Dos ed approfittare della potenza di Linux per la gestione dei file. E perché no? Magari dopo un periodo di prova installare Linux in modo migliore e più completo. Inutile spiegare le caratteristiche di

Guida introduttiva di Chrome: "Scansione virus non riuscita".

martedì 28 luglio 2015

Il software antivirus si è bloccato inaspettatamente durante la scansione di un file che hai tentato di scaricare.

 

Di conseguenza, il file in oggetto è stato rimosso dalla Gestione allegati di Windows.


Motivi dell'errore "Scansione virus non riuscita".


Di seguito vengono riportati alcuni motivi per cui potrebbe essere visualizzato l'errore "Scansione virus non riuscita":


1) Malware.
Se il tuo computer viene infettato da malware, tale malware potrebbe non consentire il download.


2) Software antivirus che non funziona correttamente.

repair

Guida introduttiva di Chrome: Condivisione della posizione su Chrome.

Ricevi informazioni più utili dai siti consentendo di vedere la tua posizione.

 

Ad esempio, quando condividi la tua posizione, puoi trovare più rapidamente i ristoranti vicino a te su Google Maps.

 

Quando un sito desidera utilizzare le informazioni sulla tua posizione, Chrome mostra un messaggio. Puoi anche indicare quali siti possono visualizzare la tua posizione.

 

Gestione della condivisione della posizione.

chrome logo

Guida introduttiva di Chrome: modifica delle impostazioni relative a immagini, JavaScript e altri contenuti web.

Puoi scegliere la modalità con cui Chrome gestisce cookie, immagini e plug-in nelle impostazioni relative ai contenuti.

 

Queste impostazioni controllano quali contenuti i siti web possono presentarti e quali informazioni possono utilizzare durante la tua esplorazione.

 

Su un computer.

Per aprire le impostazioni di Chrome relative ai contenuti da un computer, procedi nel seguente modo:

Nell'angolo in alto a destra della finestra del browser, fai clic sul menu Chrome Chrome menu.

 

Seleziona Impostazioni.

 

Fai clic su Mostra impostazioni avanzate in basso.

Fai clic sul pulsante Impostazioni contenuti nella sezione "Privacy".

 

google-chrome-wallpaper_thumb2

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Giugno 2015.

venerdì 17 luglio 2015

1.- Installare Linux su una macchina Dos con i vantaggi e difetti di UMSDOS.
Installare Linux su una macchina Dos con i vantaggi e difetti di UMSDOS.
Il titolo può trarre in inganno, in quanto Linux è un Sistema Operativo indipendente dal Dos, ma c'è molta gente che pensa di non poter abbandonare il Dos. È possibile però continuare ad usare il Dos ed approfittare della potenza di Linux per la gestione dei file. E perché no? Magari dopo un periodo di prova installare Linux in modo migliore e più completo. Inutile spiegare le caratteristiche di

Installare Linux su una macchina Dos con i vantaggi e difetti di UMSDOS.

martedì 23 giugno 2015

Il titolo può trarre in inganno, in quanto Linux è un Sistema Operativo indipendente dal Dos, ma c'è molta gente che pensa di non poter abbandonare il Dos. È possibile però continuare ad usare il Dos ed approfittare della potenza di Linux per la gestione dei file. E perché no? Magari dopo un periodo di prova installare Linux in modo migliore e più completo.

Inutile spiegare le caratteristiche di Linux, si possono leggere in molte altre parti, come anche fare un confronto tra Linux e DOS, in quanto il DOS è un sistema operativo molto povero come caratteristiche.

Dal canto suo, però, il DOS ha il vantaggio di essere diffusissimo nel campo dei PC, visto che c'è molta gente che conosce e usa il DOS.

Comunque, per chi ha una buona dimestichezza con il computer, il DOS è spesso una palla al piede, specie per la gestione della macchina e in particolar modo per la gestione dei dischi e dei file.

Il “difetto'' di una normale installazione di Linux è che questa richiede una partizione dedicata a Linux, e se uniamo questo al fatto che si deve imparare un sistema operativo nuovo, è giustificatissima la paura che tanti possono avere nell'affrontare l'installazione di Linux.
ms-dos-big_thumb2

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Maggio 2015.

giovedì 4 giugno 2015

1.- In perfetto orario arriva Ubuntu 15.04 con tutte le sue derivate: ecco i download.

In perfetto orario arriva Ubuntu 15.04 con tutte le sue derivate: ecco i download.

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”. Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è

Leggi il resto dell'articolo... »

 

2.- Perfetta tabella di marcia: rilasciato Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Perfetta tabella di marcia: rilasciato Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”. Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è installata

Leggi il resto dell'articolo... »

Come eliminare cookie dai principali web browser.

I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web.

A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno di digitare username e password tutte le volte.

Pensate a Facebook. Basta cliccare sul collegamento che avrete certamente messo nei preferiti per accedere al vostro profilo o alla vostra timeline. Questo vale anche per tutti i servizi Google associati al vostro account GMail.

L'eliminazione di tutti i cookie del browser è una operazione molto semplice che però ha come controindicazione la necessità di effettuare nuovamente l'accesso a tutti i siti di cui il browser aveva memorizzato i cookie.

Per cancellare i cookie su Chrome si va in alto a destra sulla icona dei settaggi quindi su Strumenti > Cancella dati navigazione e si mette la spunta su Elimina cookie e altri dati di siti e plugin.

Se si usa Firefox occorre cliccare su Strumenti > Cancella la cronologia recente e in Dettagli mettere la spunta anche a Cookie.


Politica dei cookie di Re Ubuntu in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all'indirizzo:


In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da http://reubuntu.blogspot.com.

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.

Re Ubuntu: i 10 articoli più letti nel mese di Aprile 2015.

martedì 12 maggio 2015

1.- In perfetto orario arriva Ubuntu 15.04 con tutte le sue derivate: ecco i download.

In perfetto orario arriva Ubuntu 15.04 con tutte le sue derivate: ecco i download.

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”. Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è

Leggi il resto dell'articolo... »

 

2.- Perfetta tabella di marcia: rilasciato Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Perfetta tabella di marcia: rilasciato Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”. Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è installata

Leggi il resto dell'articolo... »

In perfetto orario arriva Ubuntu 15.04 con tutte le sue derivate: ecco i download.

venerdì 24 aprile 2015

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è installata – in pre-release ed esclusiva – l’ultima versione del software. Questo aggiornamento introduce inoltre un nuovo tipo di hypervisor denominato LXD (Linux Container Daemon), in grado di lanciare e gestire sullo stesso server un cospicuo numero di macchine virtuali. Quest’ultimo è oltretutto compatibile con OpenStack.

Ancora un nulla di fatto per Unity 8 ed il nuovo server grafico Mir: a bordo di Ubuntu 15.04 troviamo il desktop Unity in versione 7.3 su server X. Nessuno stravolgimento grafico, quindi, ma una serie di bugfix e qualche nuova funzionalità aggiunta: i menu integrati localmente (LIM) possono ora essere attivati per tutte le finestre e la dash ha subito una serie di migliorie dedicate a usabilità e stabilità.
vivid_vervet-cercopithecus-neglectus[2]

Perfetta tabella di marcia: rilasciato Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Perfetta tabella di marcia: Ubuntu ha rilasciato in data odierna la nuova versione del sistema operativo targato Canonical: Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.

Come sappiamo Canonical ha già investito molto nel progetto open source OpenStack, piattaforma di cloud computing che permette ad un amministratore di creare e gestire il proprio server cloud. Ebbene, nella versione 15.04 di Ubuntu è installata – in pre-release ed esclusiva – l’ultima versione del software. Questo aggiornamento introduce inoltre un nuovo tipo di hypervisor denominato LXD (Linux Container Daemon), in grado di lanciare e gestire sullo stesso server un cospicuo numero di macchine virtuali. Quest’ultimo è oltretutto compatibile con OpenStack.

Ancora un nulla di fatto per Unity 8 ed il nuovo server grafico Mir: a bordo di Ubuntu 15.04 troviamo il desktop Unity in versione 7.3 su server X. Nessuno stravolgimento grafico, quindi, ma una serie di bugfix e qualche nuova funzionalità aggiunta: i menu integrati localmente (LIM) possono ora essere attivati per tutte le finestre e la dash ha subito una serie di migliorie dedicate a usabilità e stabilità.
vivid_vervet-cercopithecus-neglectus[1]

Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet” passo a passo tutte le novità: HUD e Global Menù.

lunedì 20 aprile 2015

Mancano ormai pochi giorni all’atteso rilascio della versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid Vervet, release che porterà molte ed interessanti novità.

Il team di Ubuntu ha annunciato il rilascio dell'ultima versione Beta (prima del rilascio della versione finale previsto per il 23 Aprile 2015) di Ubuntu 15.04 "Vivid Vervet" e delle sue derivate ufficiali.

Sul fronte Kubuntu troviamo poi una grossa novità ovvero la presenza di Plasma 5 come ambiente desktop di default.

Comune a tutte le distro c'è il consueto aggiornamento del parco software fra cui il nuovo Kernel 3.19.2 e il tanto atteso passaggio a systemd.

Ecco dove scaricare le varie distro:
hud-menus
zanox_set1_250x250_it

Ultimi post pubblicati

I miei preferiti