La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero." Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi. Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi. È per far sì che il nostro software già prodotto sia un incentivo che la GNU GPL è stata pensata: "Se renderete il vostro software libero, potete utilizzare questo codice". Di certo in questo modo non si vincerà sempre, ma qualche volta sì. "Richard Stallman"

macbuntu, cinelerra, cinnamon, lmms, ubuntu, linux Debian, Linux Ubuntu, software libero Gnome Media Player, Multimedia, Audio, Video, Linux, Ubuntu ubuntu 13.04, raring ringtail, linux Kubuntu, KDE, Ubuntu Valve Steam, giochi, Linux, Ubuntu QTOctave, MatLab, programmazione, Linux, Ubuntu Google Calendar, Office, Ubuntu, Linux infografica, email, posta elettronica, messaggistica, Ubuntu, Linux Gnome 3 shell, ambiente grafico, Ubuntu, Arch Linux

Kile è un ottimo editor integrato per LaTeX su piattaforma Linux, semplice ed intuitivo.

domenica 29 gennaio 2012

Kile è un editor per TEX/LATEX simile a WinEdt, per l'ambiente desktop KDE, funzionante quindi in ambienti Unix-like.

Principali caratteristiche.

  •     QuickStart Wizard. Il quickstar wizard permette di creare velocemente documenti LATEX, per esempio scegliendo la classe, il carattere, il formato del documento, la codifica, il nome dell'autore.
  •     Evidenziazione della sintassi. Kile provvede automaticamente all'evidenziazione dei comandi LATEX, ma non solo. Segnala le parentesi accoppiate.
  •     Completamento automatico degli ambienti. L'auto completamento degli ambienti significa che quando si inizia un nuovo ambiente Kile automaticamente crea la chiusura dell'ambiente.
  •     Struttura del documento. In LATEX i documenti sono divisi in varie parti, capitoli, sezioni, eccetera. Kile riconosce queste struttura e la visualizza consentendo una rapida navigazione del documento.
  •     Ricerca inversa. Creando un file DVI dal sorgente LATEX si può usare la ricerca inversa, ovvero cliccando col mouse in una parte del documento DVI Kile riesce ad individuare il punto corrispondente del sorgente LATEX.
  •     Ricerca nel file DVI. Al contrario della ricerca inversa si può partendo dal sorgente LATEX trovare il punto corrispondente nel documento DVI.
  •     Supporto progetti, col quale è possibile gestire facilmente più file LATEX per un unico documento e collegamenti fra essi.
  •     Collegamenti a programmi utili per lo sviluppo di documenti LATEX come gnuplot e Xfig.
  •     Code folding, nasconde parte del codice.
  •     Strumenti per l'inserimento di formule e simboli matematici, compresi quelli dei pacchetti AMS.
  •     Autocompletamento dei collegamenti.
  •     Ricerca di errori, avvertimenti e riquadri fuori misura

Per eseguire Kile sono necessari i seguenti componenti:
  • Ambiente desktop KDE: KDE è un popolare ambiente desktop open source.
  • Qt™: Qt™ è una libreria per interfacce e di rete in C++ necessaria a compilare Kile.
  • LATEX: programma tipografico di alta qualità. Quasi sicuramente servirà il pacchetto TeX Live (o sui sistemi più vecchi teTEX), se sei su un sistema di tipo Unix.
La maggior parte di questi elementi potrebbero essere inclusi nella tua distribuzione Linux; riferisciti alla documentazione della distribuzione, o riferisciti al CD o DVD di installazione per aggiungere questi pacchetti sul sistema.

Kile potrebbe anche essere disponibile come pacchetto precompilato per la tua distribuzione di Linux.

Controlla il gestore dei pacchetti della distribuzione.

Informazioni su Kile.

Kile è un ambiente LATEX integrato per il desktop KDE. Kile dà la possibilità di usare tutte le funzionalità di LATEX in un'interfaccia grafica, dando accesso facile, immediato, e personalizzato a tutti i programmi relativi a LATEX, il postprocessing, il debugging, la conversione e la visualizzazione; hai a disposizione anche degli assistenti molto comodi, un riferimento LATEX, e una potente gestione dei progetti. 

Kile e il componente editor Kate.

Kile è basato sul componente editor Kate, cioè molte funzionalità di scrittura provengono da lì; Kile le estende per lavorare con i documenti LATEX. Per saperne di più sul componente editor Kate e sulle sue possibilità, vedi la pagina Web di Kate.

Cos'è LATEX?
LATEX è un sistema di trattamento testi derivato da TEX, un programma sviluppato originariamente nel 1977 da Donald Knuth per disporre i testi in modo professionale e ottenere una qualità pari a quella di un tipografo professionista. LATEX è stato creato da Leslie Lamport per dare agli autori un tipografo automatico, specialmente per facilitare la costosa e complicata tipografia delle formule e delle espressioni matematiche, che in LATEX sono racchiuse da segni del dollaro per una buona ragione. Oggi, i programmi di trattamento di testi permettono a ogni utente di essere il tipografo, ma spesso quello che serve è un documento che ha un bell'aspetto senza dover spendere ore a rifinirlo. LATEX si fa carico di questo compito, e lascia pensare al documento invece che alla tipografia. E, sì, verrà bello!

Come si pronuncia? Perché si scrive così strano?
C'è una buffa tradizione per la quale i pacchetti relativi a TEX hanno la pronuncia e la grafia più strane possibile. Si suppone che TEX sia arrivato dal greco τεχ, in lettere latine tech. Ci sono molte spiegazioni possibili sul perché, ma la più probabile è che TEX fu originariamente concepito per i rapporti tecnici, e infatti la sua abilità principale era la scrittura facile e corretta delle formule matematiche, ai tempi un affare estremamente costoso, tedioso e frustrante.

La pronuncia dovrebbe essere come segue: TE come in italiano, e X come nel tedesco ich. Se non sai come suona ch, è più o meno come il suono di un gatto che soffia; il simbolo IPA è /ç/. Molte persone sostengono la diversa pronuncia di ach (simbolo IPA /x/), ma secondo alcuni greci la prima versione è corretta. Dovresti sapere che molti pronunciano erroneamente TEX come /teks/ o /tek/.

Infine, in LATEX la parte LA è pronunciata come l'inglese lay («profano»): l'idea è che, mentre il TEX grezzo è difficile, anche un profano può usare le macro di LATEX. Una spiegazione meno suggestiva ma più realistica è che venga dal cognome di Leslie Lamport, il creatore di LATEX. Adesso lo sai!

Funzionalità principali di Kile.

Assistente di avvio rapido.

L'assistente di avvio rapido integrato in Kile è una utile funzione per iniziare rapidamente a creare documenti con Kile. Scegliendo l'assistente dalla barra dei menu verranno offerte varie scelte per la creazione del documento. Puoi anche specificare subito alcune opzioni relative ad esso.

Opzioni della classe:
  • Tipo del documento: scegli il tipo di documento che vuoi creare: articolo, libro, lettera, rapporto, presentazione Beamer o altri tipi, inclusi quelli che potresti aver definito tu.
  • Dimensione caratteri: dì a Kile quale dimensione dei caratteri (in punti) vuoi usare.
  • Dimensione carta: scegli le dimensioni o lo stile della carta.
  • Codifica: in genere è una buona idea usare la codifica predefinita del sistema. I sistemi più recenti tendono ad adottare UTF-8 come codifica predefinita. Se puoi, usa utf8x (che è davvero scritto così per i documenti LATEX).
  • Altre opzioni: questo permette di impostare ulteriori opzioni per la stampa, le bozze, e altro.

Pacchetti.

Questo elenca i pacchetti aggiuntivi più comuni usati in LATEX. Seleziona le caselle per includerli.
Proprietà dei documenti
  • Autore: metti qui il tuo nome.
  • Titolo: aggiungi qui il titolo del documento.
  • Data: specifica qui la data.

    Modelli predefiniti
I modelli predefiniti in Kile sono:
  • Documento vuoto: gli uomini veri partono da zero!
  • Articolo: imposta il formato per articoli, per un documento abbastanza breve da non aver bisogno di essere diviso in capitoli.
  • Rapporto: imposta il formato per rapporti, per documenti di media grandezza, con per esempio la numerazione delle pagine sul margine esterno.
  • Libro: imposta il formato per libri, una versione completa, così potente da essere usata per scrivere molti testi universitari.
  • Lettera: imposta il formato per lettere.
  • Beamer, HA-Prosper: crea delle presentazioni di alta qualità in formato PDF con tutte le potenzialità di LATEX.
  • Powerdot: è il successore dei pacchetti seminar e HA-Prosper. Non ha tante opzioni come Beamer, ma è facile da usare e può creare presentazioni molto belle in PDF.
  • Scrartcl, Scrbook, Scrreprt, Scrlttr2: le classi di documenti KOMA-Script, particolarmente adatte alla tipografia tedesca. Utili soprattutto per testi in tedesco.
  • Xelatex: un modello Article modificato da usare assieme a XeLaTeX.
Nota che tutti questi modelli possono essere adattati alle esigenze dell'utente.
I nuovi utenti non si devono preoccupare: queste sezioni sono solo una breve descrizione delle funzionalità disponibili, e una descrizione più dettagliata si può trovare nelAvvio rapido.

Evidenziazione della sintassi.
Kile è simile ad altri programmi che lavorano con codice sorgente, ed evidenzierà automaticamente comandi, opzioni ed elementi, usati e abusati. Kile rende così possibile avvistare facilmente i problemi: per esempio, se vedi delle grosse aree di testo verde, è probabile che tu abbia dimenticato di chiudere un ambiente matematico da qualche parte.

Autocompletamento degli ambienti.
L'autocompletamento degli ambienti significa che quando inizi un nuovo ambiente scrivendo \begin{ambiente}, Kile aggiungerà automaticamente un comando \end{ambiente}, con una riga in mezzo per il testo. Puoi ovviamente disattivarlo, se vuoi, in ImpostazioniConfigura KileLaTeX+Ambienti.

Saltare agli elementi struttura.
Tutti i documenti normalmente sono strutturati con una gerarchia di qualche tipo. LATEX permette di spezzare i documenti nella gerarchia seguente (part è l'elemento più alto della gerarchia, e subparagraph il più basso):
  • \part
  • \chapter
  • \section
  • \subsection
  • \subsubsection
  • \paragraph
  • \subparagraph
Quando guardi un documento nella vista Struttura, puoi saltare tra gli elementi facendo clic sull'elemento che vuoi vedere.

Ricerca all'indietro.
Quando crei dei file LATEX, la ricerca all'indietro può essere molto utile. Una volta che hai creato un file DVI (DeVice Independent File, file indipendente dal dispositivo) o PDF, puoi far clic con il tasto sinistro del mouse nel visore tenendo premuto Shift, e Kile salterà alla riga corrispondente nel codice sorgente LATEX.

Un DVI è un tipo di file contenente una descrizione di un documento formattato, insieme ad altre informazioni, incluso il tipo di carattere, e oltre al PDF è l'output tipico di TEX/LATEX. Esiste un certo numero di programmi per visualizzare, convertire e stampare file DVI su vari sistemi e dispositivi.

Ricerca in avanti.
Usando la ricerca all'indietro, la selezione di elementi nei file DVI o PDF è associata all'editor, così quando fai clic sul file DVI o PDF, la finestra principale salta alla sezione corrispondente di codice LATEX nell'editor. La ricerca in avanti ne è l'esatto opposto. La ricerca in avanti permetterà di fare clic su una sezione di testo specifica nel codice LATEX, e saltare alla posizione associata nella finestra del visore.

Screenshots.

Ricerca personalizzata 





Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


0 commenti:

Ultimi post pubblicati

I miei preferiti

Aggregatore RSS online Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete! Scarica Curriculum Segnala Feed WebShake – tecnologia Subscribe using FreeMyFeed Aggregatore di blog Aggregatore Blogstreet - dove il blog è di casa Vero Geek iwinuxfeed.altervista.org Paperblog Directory dei blog italiani BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Feed XML offerto da BlogItalia.it BlogNews Il Bloggatore web counter Feedelissimo intopic.it