MyUnity utility per personalizzare l'interfaccia di Ubuntu.


Personalizzare Unity non è proprio la cosa più difficile del mondo grazie a strumenti come Compiz Config Setting Manager e l’editor di chiavi di registro gconf-editor.

MyUnity è lo strumento definitivo e totalmente in italiano con cui puoi configurare facilmente l’aspetto di tutte le componenti di Unity.

Sebbene sia GNOME 3 che Unity abbiano raggiunto un discreto livello di funzionalità rispetto alle prime release, una pecca riscontrata da molti utenti è nella mancanza di personalizzazione.

E mentre per il desktop dello gnomo si è corso ai ripari con GNOME Tweak Tool, l’interfaccia made in Canonical di Ubuntu – nonostante lifting e ritocchi nella scorsa release di ottobre (e previsti per la LTS di aprile) – non ha ancora uno strumento ufficiale.

CCSM, lo strumento di configurazione di Compiz, si rivela spesso fuorviante per via delle sue opzioni non sempre intuitive; ad una soluzione ci ha pensato lo sviluppatore italiano Fabio Colinelli con MyUnity.


Funzionalità di MyUnity.

Nella sua interfaccia amichevole raggruppa tutte le funzionalità che servono per configurare le varie parti di Unity:

  • cambiare la trasparenza della Dash, del Launcher e del pannello superiore;
  • aggiustare l’effetto blur della Dash;
  • mostrare sul desktop le icone “home”, “cestino” e i dispositivi montati;
  • modificare la dimensione, la retroilluminazione delle icone e la modalità di nascondimento del Launcher;
  • impostare il colore, la grandezza e il font per i suggerimenti;

MyUnity è disponibile per Ubuntu 11.04 e 11.10.

Il codice è disponibile su Launchpad, insieme alle PPA dai quali è possibile installare MyUnity direttamente sulle nostre installazioni di Ubuntu (sono supportate le versioni dalla release 10.10 in poi) tramite i comandi canonici:

sudo add-apt-repository ppa:myunity/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install myunity



Ricerca personalizzata 

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.