Ubuntu 15.04 "Vivid Vervet" passo a passo tutte le novità: Xorg 1.17 sarà il display server di default.

Mancano ormai pochi giorni all’atteso rilascio della versione stabile di Ubuntu 15.04 Vivid Vervet, release che porterà molte ed interessanti novità.

Il team di Ubuntu ha annunciato il rilascio dell'ultima versione Beta (prima del rilascio della versione finale previsto per il 23 Aprile 2015) di Ubuntu 15.04 "Vivid Vervet" e delle sue derivate ufficiali.

Sul fronte Kubuntu troviamo poi una grossa novità ovvero la presenza di Plasma 5 come ambiente desktop di default.

Comune a tutte le distro c'è il consueto aggiornamento del parco software fra cui il nuovo Kernel 3.19.2 e il tanto atteso passaggio a systemd.

Ecco dove scaricare le varie distro:

Canonical has announced the launch of Ubuntu 15.04 Final Beta along with the availability of beta images for the many Ubuntu community distributions. These test images should be mostly bug-free, but are still intended to be used for testing purposes. "Codenamed "Vivid Vervet", 15.04 continues Ubuntu's proud tradition of integrating the latest and greatest open source technologies into a high-quality, easy-to-use Linux distribution. The team has been hard at work through this cycle, introducing new features and fixing bugs. This beta release includes images from not only the Ubuntu Desktop, Server, Cloud, and Core products, but also the Kubuntu, Lubuntu, Ubuntu GNOME, Ubuntu Kylin, Ubuntu Studio and Xubuntu flavours. In addition to the usual suspects, we're also welcoming a new flavour to the family this cycle with Ubuntu MATE." More information can be found in the project's release notes. Downloads: ubuntu-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (1,094MB, SHA256, torrent), kubuntu-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (1,247MB, SHA256, torrent), lubuntu-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (686MB, SHA256, torrent), ubuntu-gnome-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (1,010MB, SHA256, torrent), ubuntukylin-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (1,320MB, SHA256, torrent), ubuntu-mate-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (1,085MB, SHA256, torrent), ubuntustudio-15.04-beta2-dvd-amd64.iso (2,359MB, SHA256, torrent), xubuntu-15.04-beta2-desktop-amd64.iso (961MB, SHA256,
Vivid vervet

Xorg 1.17 sarà il display server di default su Ubuntu 15.04 “Vivid Vervet”.
ubuntu1504
Anche se i developer di Canonical lavorano duramente su Mir nella prossima versione stabile di Ubuntu 15.04 il display server predefinito sarà ancora Xorg.

In particolare si tratta di Xorg 1.17 ovvero una delle ultime release del progetto che introduce diverse migliorie, per quanto riguarda le performance con i driver delle varie GPU.

Xorg 1.17 ha migliorato l’integrazione con i mode-setting DDX driver e il supporto a GLAMOR. Tuttavia ci sono ancora dei problemi da risolvere per il team di Canonical, infatti i driver AMD non sono ancora pienamente compatibili con Xorg 1.17, dunque, gli sviluppatori sono in attesa che arrivi il supporto ufficiale da parte del produttore.

Nessun problema invece per i driver Nvidia e Intel. Il team di Ubuntu 15.04 fornisce anche i pacchetti diWayland, motivo per il quale gli utenti potranno testare anche il futuro display server di riferimento per il panorama Linux.

Il progetto X.Org fornisce un'implementazione open source del sistema X Window. Il lavoro di sviluppo è stato fatto in collaborazione con la comunità freedesktop.org. La Fondazione X.Org è l' organizzazione no-profit educativa, il cui Consiglio serve questo sforzo, e in cui tutti i membri conducono questo lavoro.

Xorg è un'applicazione pubblica e open-source del sistema X-window versione 11. Dal momento che Xorg è la scelta più popolare tra gli utenti Linux, la sua ubiquità ha portato a renderlo un requisito sempre presente per le applicazioni GUI, con conseguente adozione massiccia dalla maggior parte delle distribuzioni
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
ubuntu lucid-lynx rss
Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.