Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat: obiettivi e roadmap della prossima versione.

Ubuntu 10.10 ha un nome in codice: Maverick Meerkat.

È stato Mark Shuttleworth ad annunciare il nome della distribuzione che arriverà dopo Ubuntu 10.04 Lucid Lynx. Così dopo la lince, lo zoo di Ubuntu si popola di un nuovo animale, il meerkat.

Forse qualcuno ricorderà il documentario “Casa Meerkat”, andato in onda su Animal Planet, e avrà già capito di quale animale si tratti, per chi invece non fosse troppo ferrato sulle specie animali va detto che il meerkat è il cosiddetto “suricato“, un mammifero molto simile al lemure.

Tradotto in italiano Maverick Meerkat dovrebbe suonare più o meno come “Suricato Indipendente”, prendendo per buona la traduzione di Google.

Soprannome a parte, Ubuntu 10.10 dovrà contenere molte innovazioni secondo Shuttleworth, infatti non ci si dovrà preoccupare, come accaduto per Lucid Lynx, di avere la stabilità a tutti i costi ma si potrà avere una libertà più ampia di sperimentare.

L'attributo maverick che Shuttleworth ha affiancato al nuovo animale dello "zoo di Ubuntu" può essere tradotto in italiano come indipendente, senza padroni. Un attributo che nei piani di Canonical si affianca a "light", sia nel suo significato di chiaro e luminoso sia in quello di leggero, requisito necessario per spingere Ubuntu sempre più a fondo nel mercato mobile.


Tra le priorità dell'azienda e del suo fondatore c'è infatti quella di accelerare il processo di maturazione di Ubuntu Netbook Edition, che con il rilascio della versione 10.10 esibirà un'interfaccia utente ampiamente rinnovata, e di abbracciare con sempre più convinzione il cloud computing (un interessante esempio di connubio tra netbook e cloud è dato dal recente Simmbook). Massima priorità anche a social networking e collaborazione, due ambiti sempre più strettamente legati tra loro.

Ma leggero, dice Shuttleworth, si traduce anche in più veloce: più veloce nell'avvio, più veloce nella connessione alla rete, più veloce nel caricare le pagine web.

Per quanto riguarda invece Ubuntu Server, l'obiettivo di Canonical è permettere alle aziende di implementare il cloud computing ibrido in modo sempre più semplice ed economico. Ora che Dell supporta Ubuntu Enterprise Cloud per la creazione di infrastrutture private di cloud computing, Shuttleworth afferma che le aziende possono far girare gli stessi carichi di lavoro sia nella cloud che nei propri datacenter.

Se l'imminente Ubuntu 10.04 potrà beneficiare delle novità dell'appena rilasciato GNOME 2.30, il lancio di Ubuntu 10.10 coinciderà con quello di GNOME 3.0, che da solo promette tonnellate di importanti novità.

La data di rilascio di Ubuntu 10.10, annunciata all'inizio dello scorso marzo, è stata fissata per il 28 ottobre 2010. Come tradizione, questa release passerà attraverso un processo di sviluppo e testing che vedrà il rilascio di quattro alpha, una beta, una release candidate e, infine, la versione finale.


Gli obiettivi per Ubuntu 10.10 sono di rendere la distribuzione sempre più veloce, sociale e presente su quanti più dispositivi possibile. Come spiegato da Mark Shuttleworth:

This is a time of change, and we’re not afraid to surprise people with a bold move if the opportunity for dramatic improvement presents itself. We want to put Ubuntu and free software on every single consumer PC that ships from a major manufacturer, the ultimate maverick move. We will deliver on time, but we have huge scope for innovation in what we deliver this cycle. Once we have released the LTS we have plenty of room to shake things up a little. Let’s hear the best ideas, gather the best talent, and be a little radical in how we approach the next two year major cycle.


che tradotto è:

Questo è un momento di cambiamento e non abbiamo paura di sorprendere gli utenti con un’audace mossa se il miglioramento si dovesse presentare drammatico. Vogliamo mettere Ubuntu e il software libero su tutti i PC da ogni singolo consumatore fino ai maggiori produttori, ecco l’idea finale di maverick. Lo faremo in tempo, ma abbiamo un enorme portata di innovazioni che consegneremo già in questo ciclo. Una volta che avremo rilasciato la LTS avremo un pò più di tempo per discuternet un pò di queste cose. Sentiremo le idee migliori, raccoglieremo i migliori talenti, e saremo un pò più radicali nel modo in cui ci avviciniamo i prossimi due anni ciclo maggiore.


I Meerkat sono, certamente, leggeri, veloci e sociali - tutto quello che vogliamo per un Perfect 10. Stiamo raggiungendo velocità di avvio notevoli, ma non è ancora abbastanza. I cambiamenti nella toolchain possono renderci perfino più veloci per ogni applicazione. Siamo Sociali dall’avvio, ma potremmo diventare ancor più connessi, e possiamo portare delle funzionalità sociali in ancor più applicazioni. I Meerkat sono orientati alla famiglia, e noi aspiriamo a far diventare Ubuntu una soluzione sicura e efficiente per tutti i netbook che abbiamo in famiglia. Sono anche intelligenti - i meerkat insegnano l’un l’altro nuove abilità. Tutto ciò rende questa una grande comunità.

Roadmap.

Ci saranno 3 alpha, 1 beta, la solita RC e la versione finale nello sviluppo di Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat e sarà rilasciata il 28 ottobre 2010: un anno dopo un giorno meno di Karmic Koala rilasciata il 29 ottobre 2009.

* 3 Giugno 2010 – Alpha 1

Ubuntu Colin Watson has announced the availability of the first alpha release of Ubuntu 10.10, code name "Maverick Meerkat": "Welcome to Maverick Meerkat Alpha 1, which will in time become Ubuntu 10.10." New features: "The GNOME base platform has been updated to the current 2.31 versions, this includes the new dconf and gsettings API; Evolution was updated to the 2.30 version, which operates much faster compared to the version in Ubuntu 10.04 LTS; KDE was updated to the current 4.5 beta 1 release; Qt was updated to the current 4.7 beta release; Linux kernel 2.6.34." Read the release announcement and release notes for further information and a list of known issues. Download (SHA256): maverick-desktop-i386.iso (672MB, torrent), maverick-desktop-amd64.iso (693MB, torrent). Also released today were initial 10.10 alpha builds for Kubuntu (download), Xubuntu (download) and Ubuntu Studio (download).


* 1 Luglio 2010 – Alpha 2

Ubuntu Martin Pitt has announced the availability of the second alpha release of Ubuntu 10.10 - now with Linux kernel 2.6.35, support for the Btrfs file system and Unity as the default user interface of the project's netbook edition: "Welcome to Maverick Meerkat alpha 2, which will in time become Ubuntu 10.10. New features: updated packages; the GNOME base platform has been updated to the current 2.31 versions, this particularly includes the new dconf and gsettings API; Evolution was updated to the 2.30 version, which operates much faster compared to the version in Ubuntu 10.04 LTS; KDE was updated to the current 4.5 RC 1 release; Qt was updated to the current 4.7 beta release; the new Unity interface is now the default in Ubuntu Netbook Edition; Linux kernel 2.6.35 based on 2.6.35-rc3; new cloud-init features...." See the release announcement and release notes for more details. Download (SHA256): maverick-desktop-i386.iso (687MB, torrent), maverick-desktop-amd64.iso (694MB, torrent). Also released today were the second 10.10 alpha builds for Kubuntu (download, release notes), Xubuntu (download), Ubuntu Studio (download) and Mythbuntu (download).


* 5 Agosto 2010 – Alpha 3

Ubuntu Martin Pitt has announced the availability of the third alpha release of Ubuntu 10.10, code name "Maverick Meerkat": "Welcome to Maverick Meerkat alpha 3, which will in time become Ubuntu 10.10. New features: updated packages; the GNOME base platform updated to the current 2.31 version; the new Unity interface is now the default in Ubuntu Netbook edition; KDE platform was updated to the 4.5 release candidate, the standard web browser is now Rekonq, a KDE browser based on Webkit; Xfce was updated to the current 4.6.2 release, this fixes many of the bugs and updates the programs used in Xubuntu...." See the release announcement and release notes for more details. Download (SHA256): maverick-desktop-i386.iso (683MB, torrent), maverick-desktop-amd64.iso (695MB, torrent). Also released today were the third 10.10 alpha builds for Kubuntu (download, release notes), Xubuntu (download), Edubuntu (download) and Ubuntu Studio (download).


* 2 Settembre 2010 – Beta

Ubuntu Robbie Williamson has announced the availability of the beta release of Ubuntu 10.10, code name "Maverick Meerkat": "The Ubuntu team is pleased to announce the release of Ubuntu 10.10 beta." Some of the interesting new desktop features include: "The GNOME base platform has been updated to the current 2.31 versions. Evolution was updated to the 2.30.2 version, which operates much faster than the version in Ubuntu 10.04 LTS. Shotwell has replaced F-Spot as the default photo manager. Gwibber has been updated to support the recent change in Twitter's authentication system, as well as changing the back-end storage to improve performance. The Sound Indicator has been enhanced to include music player controls. New themes, new icons, and new wallpaper bring a dramatically updated look and feel to Ubuntu." See the release announcement and release notes for more details. Download (SHA256): ubuntu-10.10-beta-desktop-i386.iso (694MB, torrent), ubuntu-10.10-beta-desktop-amd64.iso (695MB, torrent). Also release today were 10.10 beta builds of Kubuntu (download, release notes), Xubuntu (download), Edubuntu (download), Mythbuntu (download) and Ubuntu Studio (download).


* 21 Ottobre 2010 – Release Candidate
* 28 Ottobre 2010 – Rilascio ufficiale di Ubuntu 10.10

Tutte le date del "tour" in questa pagina.



Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:




Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.