Metacity, window manager usato di default in GNOME.

Metacity è il window manager usato di default in GNOME. Lo sviluppo di Metacity è nato dall'idea di Havoc Pennington ed è rilasciato sotto GNU General Public License.

Prima che Metacity fosse introdotto in GNOME 2.2, GNOME ha usato Enlightenment e Sawfish come window managers. Anche se Metacity è sviluppato dal team di GNOME, ed è disegnato per integrarsi nel desktop GNOME, non ha bisogno di GNOME per essere eseguito, e lo stesso GNOME non ha bisogno di Metacity, dato che può usare altri window managers.

Metacity è sviluppato con le GTK+, cosa che lo rende simile a tutte le altre applicazioni GNOME native.

Integrazione Desktop.

Nonostante la mancanza di una documentazione appropriata, per Metacity sono stati creati molti temi grafici. Un gran numero di questi temi può essere scaricato dal sito ufficiale degli artwork GNOME. Il tema più popolare è Clearlooks, che è il tema di default in GNOME dalla versione 2.12.

Controversie.

Metacity, diversamente dai precedenti window managers di GNOME, ha poche opzioni di configurazione, e la sua scelta come window manager di default ha suscitato molte controversie. Coloro che sono in favore di Metacity sostengono che GNOME è indirizzato a un pubblico di neofiti, e quindi non ha bisogno di tante opzioni come Sawfish o Enlightenment. Havoc Pennington ha scritto un articolo sul perché abbia creato Metacity così povero di opzioni e semplificato GNOME.[2]. Coloro invece che sono contro accusano Metacity di aver sacrificato la flessibilità delle applicazioni UNIX a favore della eccessiva semplicità. Questo ha fatto sì che si sviluppassero degli add-ons come Devil's Pie e Brightside.

Dipendenze di Metacity.

Necessarie

intltool-0.32.1, GConf-2.8.1, e GTK+-2.6.4

Opzionali

startup-notification-0.8, Xrender, e libXcomposite

libXrender è incluso in una installazione del sistema X Window di BLFS, ma il file pkgconfig .pc che Metacity cerca non è installato. Soddisfare le necessità installando un file xrender.pc in /usr/X11R6/lib/pkgconfig, che può essere installato come:

cat > /usr/X11R6/lib/pkgconfig/xrender.pc << "EOF"
prefix=/usr/X11R6
exec_prefix=${prefix}
libdir=${exec_prefix}/lib
includedir=${prefix}/include

Name: Xrender
Descrizione: X Render Library
Version: 0.8.3
Cflags: -I${includedir} -I/usr/X11R6/include
Libs: -L${libdir} -lXrender -L/usr/X11R6/lib -lX11
EOF

libXcomposite può opzionalmente essere usato, ma questo è quello che il maintainer del pacchetto Metacity ha da dire in proposito nello script di configurazione se il pacchetto viene trovato: “Ora per default non costruisce il compositing manager, deve essere abilitato esplicitamente per averlo. E non funziona, quindi non disturbatevi a meno che non vogliate fare degli hack su di esso...

Installazione di Metacity.

Installare Metacity eseguendo i seguenti comandi:

./configure --prefix=/usr --libexecdir=/usr/sbin --sysconfdir=/etc &&
make

Ora, come utente root:

make install


Screenshots.

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop

Imagehosting at Imageloop



Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow





Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.