La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero." Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi. Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi. È per far sì che il nostro software già prodotto sia un incentivo che la GNU GPL è stata pensata: "Se renderete il vostro software libero, potete utilizzare questo codice". Di certo in questo modo non si vincerà sempre, ma qualche volta sì. "Richard Stallman"

macbuntu, cinelerra, cinnamon, lmms, ubuntu, linux Debian, Linux Ubuntu, software libero Gnome Media Player, Multimedia, Audio, Video, Linux, Ubuntu ubuntu 13.04, raring ringtail, linux Kubuntu, KDE, Ubuntu Valve Steam, giochi, Linux, Ubuntu QTOctave, MatLab, programmazione, Linux, Ubuntu Google Calendar, Office, Ubuntu, Linux infografica, email, posta elettronica, messaggistica, Ubuntu, Linux Gnome 3 shell, ambiente grafico, Ubuntu, Arch Linux

Gutsy Gibbon: tribe 5

venerdì 31 agosto 2007

displayconfig1.jpg
Quinta alpha per Ubuntu Gutsy Gibbon. E come al solito I team di sviluppo di Ubuntu e Kubuntu hanno aggiunto moltissime novità succose. Per quanto riguarda Ubuntu eccone alcune:

- Tool di configurazione grafica per X per rendere un gioco da ragazzi il settaggio del refresh, la risoluzione o l’impostazione di un dual monitor

- La versione di Firefox integrata ha da ora in poi un sistema di installazione dei plugin integrato con APT e un gestore delle estensioni

- E’ stata creata di default una stampante virtuale per la creazione di pdf da qualsiasi applicazione

Per quanto riguarda Kubuntu invece:
- Un nuovo artwork per il login manager KDM e per Ksplash

- Integrazione di Strigi per la ricerca all’interno del sistema

- Creazione di KDESudo, un frontend grafico per eseguire applicazioni grafiche con privilegi di root

- Integrazione di un sistema di rating delle applicazioni installabili in Adept per agevolare la scelta di nuovi programmi da installare.

Repository extra

Come aggiungere repository extra

sudo cp /etc/apt/sources.list /etc/apt/sources.list_backup
sudo gedit /etc/apt/sources.list

  • Sostituisci tutto con le righe seguenti
## Add comments (##) in front of any line to remove it from being checked. ## Use the following sources.list at your own risk.

deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper main restricted universe multiverse

## MAJOR BUG FIX UPDATES produced after the final release
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper-updates main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper-updates main restricted universe multiverse

## UBUNTU SECURITY UPDATES
deb http://security.ubuntu.com/ubuntu dapper-security main restricted universe multiverse
deb-src http://security.ubuntu.com/ubuntu dapper-security main restricted universe multiverse

## BACKPORTS REPOSITORY (Unsupported. May contain illegal packages. Use at own risk.)
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper-backports main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu dapper-backports main restricted universe multiverse

## PLF REPOSITORY (Unsupported. May contain illegal packages. Use at own risk.)
deb http://packages.freecontrib.org/plf dapper free non-free
deb-src http://packages.freecontrib.org/plf dapper free non-free

  • Salva il file modificato
sudo apt-get update
  • Potete inoltre integrare questa lista con molti altri repository che potete trovare in questa lista davvero molto completa: sources.list
Usa il tuo file sources.list personale solo se stai capendo cosa stai facendo

GnuCash programma finanziario e di contabilità rilasciato gratuitamente con licenza GNU GPL

GnuCash è un programma finanziario e di contabilità adatto all'utilizzo in ambito famigliare o in una piccola impresa, rilasciato gratuitamente con licenza GNU GPL e disponibile per GNU/Linux, BSD, Solaris, Mac OS X e Microsoft Windows.

Progettato per essere di semplice utilizzo, ma comunque potente e flessibile, GnuCash permette di tenere traccia dei conti bancari, delle azioni, delle entrate e delle uscite. Intuitivo nell'utilizzo come il registro del libretto degli assegni, si basa sui principi fondamentali della contabilità per garantire il bilancio dei conti e l'accuratezza dei resoconti.

Registra i movimenti finanziari in modalità di libro giornale a "partita doppia".

È nato per fornire un'interfaccia utente ed una funzionalità simili a quelle di Quicken, il programma di finanza personale di Intuit. Gli sviluppi attuali puntano a soddisfare le esigenze di un'utenza commerciale di piccolo taglio o personale avanzata.

Basato sul concetto di partita doppia, permette la strutturazione arbitraria del piano dei conti, con sottocategorie su differenti livelli. Permette inoltre di gestire i conti in tutte le valute, senza vincoli di avere la stessa valuta nello stesso ramo dell'albero dei conti. Inoltre, è in grado di creare report grafici personalizzabili con facilità.

Caratteristiche principali

* Importazione di dati QIF/OFX/HBCI, ricerca delle corrispondenze tra le transazioni
* Resoconti e grafici
* Transazioni pianificate
* Calcolatrice finanziaria
Come installare un'applicazione di contabilità (GnuCash)
sudo apt-get install gnucash
sudo rm -fr /usr/share/gnome/apps/Applications/
sudo gedit /usr/share/applications/GnuCash.desktop

* Inserisci le righe seguenti nel nuovo file

[Desktop Entry]
Name=GnuCash
Comment=Gestore delle finanze personali
Exec=gnucash
Icon=/usr/share/pixmaps/gnucash/gnucash-icon.png
Terminal=false
Type=Application
Categories=Application;Office;

* Salva il file modificato

Lo trovi in:

Applicazioni -> Ufficio -> GnuCash

oppure puoi scegliere Synapyic installando tutte le sue librerie.

Ultima versione stabile rilasciata: 2.29

Versione in sviluppo: 2.3.7

Download GnuCash 2.2.9



Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:





Ultimi post pubblicati

Vacanze    TUI.it

Universo Linux

Fonts cinesi

Le seguenti informazioni sono scadute e potrebbe essere difficile aggiornarle. Segui invece la guida ufficiale a Ubuntu 6.06 Dapper Drake: QUI (in inglese)

Nota che scim è ora installato di default nella Dapper, ed è possibilie installare il supporto al cinese, il giapponese o il coreano attraverso Sistema>Amministrazione>Supporto delle lingue. Il wiki spiega questo metodo più approfonditamente


sudo apt-get install scim
sudo apt-get install scim-chinese
sudo apt-get install scim-config-socket
sudo apt-get install scim-gtk2-immodule
sudo apt-get install scim-tables-zh
wget -c http://easylinux.info/uploads/fireflysung-1.3.0.tar.gz
sudo tar zxvf fireflysung-1.3.0.tar.gz -C /usr/share/fonts/truetype/
sudo chown -R root:root /usr/share/fonts/truetype/fireflysung-1.3.0/
sudo fc-cache -f -v
  • Sistema -> Preferenze -> SCIM Input Method Setup

  • Per attivare SCIM

Premere 'Ctrl + Spazio'

Google Earth

Come installare Google Earth

wget -c http://dl.google.com/earth/GE4/GoogleEarthLinux.bin
sudo sh GoogleEarthLinux.bin
  • Lascia /usr/local/google-earth come percorso di installazione

sudo cp /usr/local/google-earth/googleearth.desktop /usr/share/applications/
  • Applicazioni -> Internet -> Google Earth

Caratteri estesi (tastiera americana)

giovedì 30 agosto 2007


Come digitare i caratteri estesi (con tastiera americana)

  • Aggiungere il layout di tastiera US English International (with dead keys)

  • Rendere US English International (with dead keys) il layout di tastiera predefinito.

Il tasto marcato ['"] adesso è un tasto morto. Quando lo premi, non avviene niente. Se però premi immediatamente dopo una lettera, la lettera apparirà con un accento.

  • ' + a = á

  • ' + e = é

  • e così via per i-í, o-ó, y-ý, c-ć, z-ź, n-ń, l-ĺ, u-ú, r-ŕ

  • " + a = ä

  • " + e = ë

  • e così via per y-ÿ, u-ü, i-ï, o-ö

Analogamente, ` e una lettera generano à, è, ù, ì, ò. Analogamente, ~ e una lettera generano ã, ũ, ĩ, õ, ñ.

Per digitare ' e ", premi rispettivamente AltDestro+' e AltDestro+". Per digitare ' e ", puoi anche premere rispettivamente '+ and "+.

Ci sono molti più caratteri disponibili tenendo premuto AltDestro e digitando un carattere. Quindi,

  • AltDestro+q = ä

  • AltDestro+w = å

  • AltDestro+e = é

  • AltDestro+r = ®

  • AltDestro+t = þ

  • AltDestro+y = ü

  • AltDestro+u = ú

  • AltDestro+i = í

  • AltDestro+o = ó

  • AltDestro+p = ö

  • AltDestro+[ e ] rispettivamente per « e ».

  • AltDestro+a = á

  • AltDestro+s = ß

  • AltDestro+d = ð

  • AltDestro+l = ø

  • AltDestro+; = ¶

  • AltDestro+: = °

  • AltDestro+z = æ

  • AltDestro+c = ©

  • AltDestro+n = ñ

  • AltDestro+m = µ

  • AltDestro+, = ç

  • AltDestro+/ = ¿

  • AltDestro+1 = ¡

  • AltDestro+2 = ²

  • AltDestro+3 = ³

  • AltDestro+4 = ¤

  • AltDestro+5 = €

  • AltDestro+6 = ¼

  • AltDestro+7 = ½

  • AltDestro+8 = ¾

  • AltDestro+9 = ‘

  • AltDestro+0 = ’

  • AltDestro+- = ¥

  • AltDestro+= = ×

  • AltDestro+! = ¹

  • AltDestro+@, poi o = ő (e Ő).

  • AltDestro+#, poi a = ā (e Ā). Analogamente per ēĒ, ūŪ, īĪ, ōŌ.

  • AltDestro+$ = £

  • AltDestro+% =

  • AltDestro+^ =

  • AltDestro+& =

  • AltDestro+*, poi a = ą (e Ą). Analogamente per ęĘ, įĮ.

  • AltDestro+(, poi a = ă (e Ă)

  • AltDestro+(, poi g = ğ (e Ğ)

  • AltDestro+), poi a = å (e Å)

  • AltDestro+_ =

  • AltDestro++ = ÷



StartUp Manager


StartUp Manager è un programma in grado di farci modificare le impostazioni del bootloader (GRUB) e dello splash screen in Ubuntu. Le impostazioni modificabili sono moltissime, dal tempo di partenza di Grub, al sistema operativo di default, il numero di kernel che devono essere presenti nel Grub, l’abilitazione o meno del memtest86, e si possono applicare sfondi in modo semplicissimo, oppure cambiare solamente i colori delle scritte, ed addirittura modificare e applicare in modo rapido lo splash screen di Ubuntu con uno di nostro gradimento. In poche parole un programma assolutamente da provare e da non farsi scappare.


Installiamolo con il solito file .deb startupmanager 1.0.3-1

Su gnome una volta installato lo trovate in

Destkop->Amministrazione->Startup Manager

Per avere delle splashimages aggiuntive di Grub da terminale digitiamo:

sudo aptitude install grub-splashimages

Per chi stesse trepidando per vedere una versione di StartUp-Manager in italiano, eccovi accontentati: è disponibile la versione 1.0.8. L’applicazione è scaricabile in formato .deb a questo indirizzo. StartUp-Manager è un programma che consente di modificare l’aspetto di Grub, specificando i colori o aggiungendo temi, impostare come predefiniti diversi kernel o sistemi operativi, specificare il numero di kernel da visualizzare su Grub e molto altro.

Come abbellire manualmente la schermata del Grub

Grub è quel programma che vi permette di scegliere che sistema operativo lanciare all’avvio del vostro computer. Si avvia immediatamente dopo il bios del sistema e si presenta, nella sua versione base, così:

Possiamo agire in 2 modi per abbellire Grub.

il primo è più semplice e ci permetterà di cambiare semplicemente i colori di sfondo e scritte, il secondo ci permetterà di avere un’immagine ad abbellire l’avvio del nostro computer.

Prima di tutto vediamo come fare a cambiare i colori delle scritte, senza alcuna immagine
Apriamo con un editor di testo (e da root) il file /boot/grub/menu.lst:

sudo gedit /boot/grub/menu.lst

Attenzione: fare un bel backup del file “menu.lst” prima di fare qualunque modifica, in questo modo con un liveCD potete sempre ripristinarlo.

in genere è già presente questa scritta:

# Pretty colours
color cyan/blue white/blue


Adesso dobbiamo togliere il cancelletto ( # ) all’inizio della riga in grassetto (il cancelletto serve per dire: ignora questa riga)

questo è il risultato:

color cyan/blue white/blue

Vediamo cosa significa:


il primo (cyan/blue) è il colore di tutte le scritte, in questo caso “cyan” (azzurro) su sfondo “blue” (blu)
il secondo (white/blue) è il colore di quella selezionata, in questo caso “white” (bianca) su sfondo “blue” (blu).

guardate l’immagine, la terza riga è quella selezionate, lo sfondo è uguale ma il colore della scritta è in bianco

Quindi il comando segue questa sintassi:

color scritte/sfondo scrittaselezionata/sfondoselezionata

i colori disponibili sono i seguenti (solo i primi otto si possono usare come colore di sfondo):


* black = nero
* blue = blu
* green = verde
* cyan = azzurro ( turchese )
* red = rosso
* magenta = magenta ( rosso cremisi carico)
* brown = marrone
* light-gray = grigio chiaro
* dark-gray = grigio scuro (solo scritte)
* light-blue = blu chiaro (solo scritte)
* light-green = verde chiaro (solo scritte)
* light-cyan = azzurro chiaro (solo scritte)
* light-red = rosso chiaro (solo scritte)
* light-magenta = magenta chiaro (solo scritte)
* yellow = giallo (solo scritte)
* white = bianco (solo scritte)

Adesso vedremo come avere un’immagine come sfondo a grub.

Questa impostazione sostituirà totalmente quella precedente sui colori si sfondo e scritte :) se però per qualche motivo non venisse trovata l’immagine di sfondo grub utilizzerà i colori qui sopra descritti (non vi impedisce di accedere al vostro sistema per così poco)

Serve un immagine in un formato particolare:

* tipo xpm.gz (xpm compresso con gzip)
* dimensione 640×480 pixel
* indicizzata a 14 colori

queste immagini si chiamano splashimage per grub.

L’ultima opzione è quella più limitante, significa che non potete avere immagini con più di 14 colori, nonostante questo se avete un buon senso artistico potete riuscire a creare immagini molto belle.
Potete trovare anche qualche immagine già pronta a questi link:

* Splashimage di grub ufficiali
* Gnome-look
* KDE-look


Le splashimage per grub verrà comunque specificato e saranno in formato .xpm.gz
Ora dovete copiare l’immagine ( o le immagini ) da qualche parte, io consiglio di creare una directory in /boot/grub/, la mia si chiama /boot/grub/splashimages/

la creazione della directory va ovviamente fatta da utente root ( es.: sudo mkdir /boot/grub/splashimages ), se siete inesperti col terminale consiglio di aprire la cartella /boot/grub dal vostro programma per navigare i file come utenti root, in nautilus (gnome, ubuntu) basta cliccare sulla cartella con il tasto destro e scegliere “apri come amministratore”, poi però attenzione a quel che fate ;)

quindi copiate all’interno di quella directory tutte le immagini splash che volete ( anche questa operazione va fatta da root)

NOTA BENE: non cambiate i nomi dei file delle splashimages, neppure quando le scaricate!

adesso dobbiamo impostare grub, aprite il solito file:

sudo gedit/boot/grub/menu.lst


e aggiungete queste righe dopo quelle precedenti, in grassetto le parti che potreste dover modificare

# Splashimage
foreground = 0000ff
background = ffffff
splashimage=(hd0,0)/boot/grub/splashimages/nomefile.xpm.gz


Vediamo di capire cosa significa:

* foreground: è il colore delle scritte (vedere sotto per capire come impostarlo)
* background: è il colore di sfondo dell’opzione selezionata
* splashimage: è la posizione dell’immagine che volete come sfondo di grub.
Per scegliere il colore usare aprite Gimp, cliccate 2 volte sul colore (per sceglierne uno) e copiate il codice che vedete in “Notazione HTML".

Per posizionare la immagine:

splashimage=(hd0,0)/boot/grub/splashimages/fiesta.xpm.gz

Prima di tutto prendiamo in esame questo:

(hd0,0)

è la partizione dove si trova la cartella /boot nel mio sistema e corrisponde a:

hd0 = primo disco IDE

0 = prima partizione

scorrete in basso il file /boot/grub/menu.lst fino a trovare qualcosa di simile a questo:

title Debian GNU/Linux, kernel 2.6.18-2-686
root (hd0,4)
kernel /boot/vmlinuz-2.6.18-2-686 …
savedefault

Vedete la parte in grassetto? vuol dire primo disco IDE, quinta partizione (si 4 = quinta), se avete un disco SCSI probabilmente sarà qualcosa come (sd0,1): primo disco SCSI seconda partizione

nel vostro sistema è molto probabilmente diversa (ma se è uguale non è un problema), copiate la vostra

a questo punto.. nel vostro sistema l’immagine splash si chiama “nome file.xpm.gz” e si trova in: /boot/grub/splashimages/

quindi..

splashimage=(hd0,4)/boot/grub/splashimages/fiesta.xpm.gz

Easy Ubuntu: Come installare automaticamente i codecs multimediali ed altro.

Come installare automaticamente i codecs multimediali ed altro.

Una di questa applicazioni è appunto Easy Ubuntu. Questa piccola utility permette di installare semplicemente alcune applicazioni che mancano nella distribuzione trgata Canonical.

Applicazioni come ad esempio i plugin Java e Flash per Firefox, caratteri, aMule per il peer to peer, ed i driver ottimizzati per le schede Nvidia e ATI.

EasyUbuntu, inoltre, modifica anche i repositories da cui scaricare i nuovi pacchetti ed installa tutti i codec necessari per vedere o ascoltare divx, xvid, mp3, quicktime e molti altri formati di file multimediali.


Per installare Easy Ubuntu:

wget http://easyubuntu.freecontrib.org/files/easyubuntu-3.021.tar.gz
tar -zxf easyubuntu-3.021.tar.gz
cd easyubuntu
sudo python easyubuntu.in

* Dalla finestra di Easy Ubuntu, seleziona le caselle appropriate per installare nuovo software in Ubuntu.
* Nota: Gli utenti di versioni precedenti a EasyUbuntu 3.0 potrebbero avere problemi installando Flash and Java.

Attenzione: "This software is no longer maintained", testuale dall'home page. In pratica per le ultime versioni di Ubunru sarebbe conveniente installare Medibuntu.


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Ultimi post pubblicati

Vacanze    TUI.it

Universo Linux

Ultamatix (ex-Automatix) è uno strumento che automatizza l'installazione e disinstallazione di applicazioni su Linux.

Ultamatix è uno strumento che automatizza l'aggiunta di applicazioni, codec, e caratteri non forniti direttamente dal software repository di Debian, e dalle distribuzioni basate su di essa come Ubuntu.

Storia.


Dal momento che lo sviluppo di Automatix è terminato, Ultamatix è stato sviluppato, sulla base di Automatix, a fornire agli utenti un modo semplice per installare il software sui loro sistemi Debian e Debian-like (ad esempio Ubuntu).

Software Supportato.

Ultamatix, attualmente, permette la facile installazione di 101 diversi programmi/funzioni, tra cui programmi come il plugin Flash, l'Adobe Reader, i codec multimediali (tra cui MP3, Windows Media Audio e video-DVD), i fonts, software di programmazione (compilatori) e giochi.
Downloads

Release Name
: Ultamatix
Version: 1.8.8
Architecture: x86 / x64
Filesize: 2.2 MB (2,266,444 bytes)
MD5SUM: 6000fa0b0d4a5f841ed1c961b1dd7f25

Download

Release Name: Ultamatix 1.8.0-7 (source)

Applicazione e giochi da installare con Ultimatix:
  • Ultimate Edition 2.3 theme pack beta - this is for testing purposes
  • Ultimate Edition .0.0.7 theme pack
  • Amarok 1.4 Fast Forward PPA and Amarok 2 Nightly build they can run side by side
  • Open Office 3
  • Ultimate Edition 2.1 theme pack
  • Xmas Edition Theme Pack
  • Lanshark - Easy networking tool
  • XBMC Media Center
  • libdvdcss2 - DVD Decryption library
  • Vuze (Azureus) P2P file sharing app
  • Audacious music player
  • Realplayer browser plugin support
  • Torcs game
  • Volleyball game
  • S.C.O.R.G.E game
  • Oolite game
  • GL-117 game
  • Gtk atlantic game
  • Netpanzer game
  • Nethack game
  • Blob and conquer game
  • Google Gadgets
  • Ubuntu Studio Environment
  • K3b burning software
  • Ultimate Edition 2.2 theme Pack
  • PPA repo driven compiz fusion (latest and greatest)
  • Moaning Goat Meter (MGM)
  • Termininator (multi-window terminal)
  • Jedit Editor
  • Gphpeditor
  • Abiword
  • Wifi-support & Wifi Tools
  • T.V. Capture card software & tools
  • Blender, Yafray and Inkscape vector based editors
  • Qemulator, Qemu Virtualization tools
  • Yakuake Terminal
  • DeVeDe Dvd movie creator
  • Lemonrip dvd ripper
  • Isomaster
  • Brasero
  • Kmymoney2
  • Gnucash
  • Ktorrent
  • DVD Styler
  • ManDVD
  • Avant Window Navigator & PPA repo driven
  • Actioncube
  • Gridwars
  • Banshee - media player
  • Lives - Movie editor
  • Gourmet - Recipe Manager
  • Anjuta - IDE
  • Bluefish editor
  • Glade 3 - Programming GTK
  • Quanta Plus - HTML editor
  • BUM - Boot-up Manager
  • Acetone - ISO Editor
  • Start up manager
  • Sysinfo
  • Ubuntu Restricted Extras and Multimedia Codecs
  • Media Players and Editors
  • Adobe Acrobat Reader
  • Additional fonts, MS fonts, and Red Hat Liberation fonts
  • Additional archiving tools (rar, unrar, ace, and 7zip, etc.)
  • Skype
  • Google Earth
  • DVD Ripping software
  • Codecs and Plugins (some unacceptable for use in the US and will prompt you.)
  • Google Picasa
  • Wine & Wine doors
  • NON-FREE w32codecs and DVD codecs (you make this decision)
  • Nautilus Scripts (many scripts written by me)
  • SUN JAVA 1.6 JRE and JDK as per your agreement
  • OpenOffice Clipart
  • CheckGmail
  • xDVDshrink
  • Songbird
  • Developer Essentials
  • Microsoft Office OpenXML Translator
  • RTCW: Enemy Territory
  • Americas Army Game
  • Alien Arena 2007 Game
  • Amoebax Game
  • AssaultCube Game
  • ATanks Game
  • Legends Game
  • Sauerbraten Game
  • Frostwire
  • Atanks Game
  • Totem-Xine
  • Fspot
  • Kino
  • DeVeDe
  • Extra Fonts
  • Nexuiz
  • Glest
  • Tremulous
  • Wesnoth
  • Open Arena
  • Warsow
  • Boswars
  • Vdrift
  • BzFlag
  • Screenlets
  • Gdesklets
  • Ubuntu Tweak
  • Amarok 2 Neon (alpha)
  • More to follow
  • Orbital Sniper
  • Chess Games
  • Neverball
  • Urban Terror
  • Vegastrike
  • Tile Racer
  • Scorched 3D
  • FooBillard
  • Wormux
  • World Of Padman (WOP)
  • Frozen Bubble
  • Flightgear
  • Freecol
  • Globulation 2
  • Adobe flash player 10 and works in 64bit...
  • Pingus Game
  • UFO: AI
  • Warzone 2100
  • Dark Oberon
  • Firefox Mplayer Plugin
  • NTFS Read / Write Support
  • K9 Copy
  • AMSN Chat Client
  • Pidgin
  • KVirc
  • Extra Themes
  • Chromium
  • Dragon Player
  • Amarok
  • Transmission torrent client
  • VLC Media player
  • DVD Styler
  • ManDVD
  • Actioncube
  • Banshee - Media player
  • Anjuta - IDE
  • Bluefish editor
  • Glade 3 - Programming GTK
  • Quanta Plus - HTML editor
  • Screem - HTML editor
  • Firestarter - Firewall
  • BUM - Boot-up Manager
  • KDE 3 Environment (Experimental)
  • XUbuntu Environment (Experimental)
  • Edubuntu Environment (Experimental)
  • Ubuntu Studio Environment (Experimental)
Screenshots.

Startup:

Ultamatix Initial screen Ultamatix Splash

Software Installation:

Ultamatix Games Selection Ultamatix Urban Terror Installation Ultamatix Warsow Installation

Un-installation:

Ultamatix Uninstall Ultamatix Un-install 1 Ultamatix Un-install 2

Environments (Experimental):

Ultamatix  KDE Environment Ultamatix XFCE

Breve recensione su Automatix (sviluppo terminato):


Automatix è una interfaccia grafica per automatizzare l’installazione delle più comuni e richieste applicazioni nei sistemi linux Debian based (al momento in cui scrivo solo X/K/Ubuntu e Mepis/Simplymepis).

Mentre che Easyubuntu è uno script facile da usare che dà agli utilizzatori di Ubuntu le applicazioni più richieste, i codec, e i tweak che non si trovano nella distribuzione di base - il tutto con pochi click del tuo mouse.

In breve, Automatix è uno strumento creato per rendere semplice l'installazione di driver video, codec multimediali e software non distribuito direttamente nell'installazione di Ubuntu.

Come installare Automatix su Ubuntu, Kubuntu e Xubuntu

* Nota: Prima di installarlo, nota che alcuni codec forniscono del software che potrebbe essere illegale in alcuni Paesi. E' tua responsabilità assicurarti che non stai infrangendo alcuna legge.

Usando il tuo editor di testo preferito (kwrite, gedit):

http://www.getautomatix.com/apt/dists/feisty/main/binary-i386/automatix2_1.1-4.7-7.04feisty_i386.deb
Install with this command:

sudo dpkg -i automatix2_1.1-4.7-7.04feisty_i386.deb


Invece per amd64 systems:

http://www.getautomatix.com/apt/dists/feisty/main/binary-amd64/automatix2_1.1-4.6-7.04feisty_amd64.deb


Oppure:

sudo dpkg -i automatix2_1.1-4.6-7.04feisty_amd64


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



Ultimi post pubblicati


Universo Linux

I repository di Ubuntu Box



70px-package-x-generic.pngADEGUARE I REPOSITORY

I riferimenti locali ai repository risiedono nel file di configurazione /etc/apt/sources.list

- Aprire un terminale e lanciare il seguente comando che aprirà il file:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

- Sostituire il contenuto del file con il seguente (copia/incolla):

## Add comments (##) in front of any line to remove it from being checked.
## Use the following sources.list at your own risk.
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ feisty main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ feisty main restricted universe multiverse
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu feisty-proposed main restricted universe multiverse

## MAJOR BUG FIX UPDATES produced after the final release
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu feisty-updates main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu feisty-updates main restricted universe multiverse

## UBUNTU SECURITY UPDATES
deb http://security.ubuntu.com/ubuntu feisty-security main restricted universe multiverse
deb-src http://security.ubuntu.com/ubuntu feisty-security main restricted universe multiverse

## BACKPORTS REPOSITORY (Unsupported. May contain illegal packages. Use at own risk.)
deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ feisty-backports main restricted universe multiverse
deb-src http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ feisty-backports main restricted universe multiverse


## CANONICAL COMMERCIAL REPOSITORY (Hosted on Canonical servers, not Ubuntu
## servers. RealPlayer10, Opera, DesktopSecure and more to come.)
deb http://archive.canonical.com/ubuntu feisty-commercial main

## MEDIBUNTU REPOSITORY (Multimedia, Entertainment & Distractions In Ubuntu)
## Please report any bug on https://launchpad.net/products/medibuntu/+bugs
deb http://medibuntu.sos-sts.com/repo/ feisty free non-free
deb-src http://medibuntu.sos-sts.com/repo/ feisty free non-free

# Treviño’s Ubuntu Feisty Repository (GPG key: 81836EBF - DD800CD9)
# Many “random” software: aMule, amsn, mplayer, moto4lin, flashplugin & flashplayer (9.x)…
# Further informations: http://3v1n0.tuxfamily.org
deb http://download.tuxfamily.org/3v1deb feisty 3v1n0
deb-src http://download.tuxfamily.org/3v1deb feisty 3v1n0

## Pollycoke
deb http://download.tuxfamily.org/pollyrepo feist
y/

- Salvare il file e chiudere Gedit.

- Scaricare la chiave gpg per i repository Medibuntu
- Da un terminale si esegua il comando:

wget -q http://medibuntu.sos-sts.com/repo/medibuntu-key.gpg -O- | sudo apt-key add -
wget http://download.tuxfamily.org/3v1deb/DD800CD9.gpg -O- | sudo apt-key add -

- Aggiornare il sistema

- Aprire un terminale e lanciare i seguenti comandi in sequenza:

sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade
sudo apt-get dist-upgrade

- In aggiunta possiamo anche aggiungere alla nostra sources.list:

## EXILE
deb http://download.tuxfamily.org/syzygy42 feisty exaile

## SCREENLETS
deb http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu feisty all
deb-src http://hendrik.kaju.pri.ee/ubuntu feisty all

## SWIFTFOX
## deb http://getswiftfox.com/builds/debian unstable non-free

## OpenedHand
deb http://debian.o-hand.com feisty/

## FREETYPE
deb http://www.telemail.fi/mlind/ubuntu feisty fonts
deb-src http://www.telemail.fi/mlind/ubuntu feisty fonts

## Avant Window Navigator
deb http://download.tuxfamily.org/syzygy42/ feisty avant-window-navigator
deb-src http://download.tuxfamily.org/syzygy42/ feisty avant-window-navigator

- e scarichiamo le chiavi gpg

gpg --keyserver subkeys.pgp.net --recv-keys 937215FF
gpg --export --armor 937215FF | sudo apt-key add -
gpg --keyserver hkp://wwwkeys.eu.pgp.net --recv-keys 576856718434D43A
gpg --armor --export 8434D43A | sudo apt-key add -

Mozilla Thunderbird 2.0

Nei repository di Ubuntu Feisty è ancora presente la vecchia versione di Thunderbird, la 1.5. Per installare la versione 2 del famoso client di posta,rilasciata il 14 aprile 2007, appena tre giorni prima di Feisty Fawn, è necessario eseguire alcuni comandi da terminale. Se state già utilizzando una versione precedente di Thunderbird, copiate il profilo in modo tale da "ereditare" le email, le impostazioni degli account e la rubrica nel nuovo Thunderbird 2. Per farlo aprite il terminale e date i seguenti comandi:
cd cp -r .mozilla-thunderbird .thunderbird
Adesso installate le librerie libstdc++5 con il seguente comando:
sudo apt-get install libstdc++5
Quindi scaricate il programma con questo comando:
wget -c \ http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/thunderbird/\ releases/2.0.0.0/linux-i686/it/thunderbird-2.0.0.0.tar.gz
Estraete il file appena scaricato nella directory /opt:
sudo tar -C /opt -zxvf thunderbird-2.0.0.0.tar.gz
Infine dovete creare i link per rendere il Thunderbird eseguibile da tutti gli utenti:
sudo dpkg-divert --divert \
/usr/bin/mozilla-thunderbird.ubuntu --rename \
/usr/bin/mozilla-thunderbird
sudo ln -s /opt/thunderbird/thunderbird \
/usr/bin/mozilla-thunderbird
sudo ln -s /opt/thunderbird/thunderbird \
/usr/bin/thunderbird
Adesso cliccate con il tasto destro sul menu "Applicazioni", quindi su "Modifica menù".
Nella finestra appena aperta cliccate su
"Internet" nella colonna di sinistra e con il tasto destro su "Thunderbird Mail" nella colonna di destra, quindi su "Proprietà". Nella piccola finestra che si è appena aperta, nella casella "Comando" cambiate il testo da "mozilla-thunderbird" a "thunderbird". Chiudete tutte le finestre. Ora non vi resta che lanciare Thunderbird 2 da Applicazioni > Internet > Thunderbird Mail.

Per i più pigri. L'ultima release di Thunserbird la trovate già impacchettata in Automatix 2.

La pagina di Mozilla Thunderbird in italiano qui
Per partecipare al progetto Moziila Thunderbird cliccate qui

Ultimi post pubblicati

I miei preferiti

Segnala Feed WebShake – tecnologia iFeed Aggregatore di blog Aggregatore Blogstreet - dove il blog è di casa Vero Geek iwinuxfeed.altervista.org Paperblog Add to Technorati Favorites Directory dei blog italiani BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Feed XML offerto da BlogItalia.it BlogNews Il Bloggatore web counter Feedelissimo intopic.it