g4u, Ghost for Unix per clonare il nostro hard disk su altri PC attraverso un server FTP.

Software estremamente compatto che consente di effettuare una copia (“clone”) di tutto il contenuto di un disco fisso su un altro hard disk. Permette anche di creare un'immagine completa del materiale memorizzato su un'intera unità disco o su singole partizioni salvandola su un server FTP (attivo, per esempio, all'interno della LAN).

L'utilizzo di G4U è consigliato agli utenti più smaliziati dato che non integra alcuna interfaccia grafica ma il suo funzionamento si basa unicamente sull'uso della riga di comando.


G4U è indipendente dal sistema operativo installato: la sua immagine ISO dovrà essere masterizzata su supporto CD ROM quindi si dovrà provvedere a riavviare il personal computer assicurandosi che il boot avvenga da unità CD. Al primo avvio, G4U mostra un sunto dei comandi utilizzabili, insieme con la relativa sintassi.

Ghost for Unix è costituito da tre floppy e/o da un CD di boot e serve espressamente per clonare il nostro hard disk su altri PC attraverso un server FTP.

Download:
I requisiti per poter effettuare il download sono quelli di possedere tre floppy disk vuoti e/o un CD-R e/o un CD-RW. L'immagine dei floppy la trovate in forma compressa all'indirizzo copia compressa oppure potete trovare i tre floppy agli indirizzi floppy 1 , floppy 2 , floppy 3 , mentre per quanto riguarda l'immagine del CD la potete trovare agli indirizzi Copia compressa, Immagine ISO, se volete poi potete anche trovare i sorgenti all'indirizzo Sorgenti.

Utilizzo

Per prima cosa bisogna procedere alla creazione dei tre floppy, in ambiente Linux basterà un
cat g4u-2.2-1.fs >/dev/fd0
per creare il primo floppy, oppure se vogliamo usare il CD, basterà masterizzare l'immagine ISO per creare un CD bootable. A questo punto abbiamo a disposizione un CD con dentro un mini sistema operativo BSD e con i comandi che ci servono per poter effettuare il backup. Procediamo ora con l'utilizzo del CD, anche se per i floppy disk il discorso è analogo. Riavviamo quindi la macchina, inseriamo il CD ed eseguiamo il boot da CD. Durante il boot ad un certo punto il sistema andrà alla ricerca di un server DHCP con il quale poter assegnare un IP valido alla scheda di rete. Se nella nostra LAN non è presente alcun server DHCP allora dovremo impartire un CTRL+C per poter far terminare la ricerca e al prompt
g4u>
dovremo inserire i comandi per assegnare staticamente l'ip della macchina, la netmask e l'eventuale gateway se vogliamo trasferire l'immagine compressa del nostro disco fuori della nostra LAN.

Assegnazione indirizzo ip statico
Eseguiamo
ifconfig -a
in questo modo potremo vedere i dispositivi ethernet riconosciuti e supponiamo che il nostro sia qualosa come ex0, non dimentichiamo che siamo in ambiente BSD e la nomenclatura dei dispositivi è diversa da Linux. Eseguiamo ora
ifconfig ex0 1.2.3.4 netmask 255.255.255.0
dove 1.2.3.4 è l'ip statico che vogliamo assegnare alla macchina. Aggiungiamo poi il gateway con
route add default 2.3.4.5
dove 2.3.4.5 è l'ip del gateway.






Trasferimento Immagine
Eseguiamo il comando
disks
con il quale vediamo i dischi presenti sulla macchina e supponiamo che wd0 sia il disco di cui vogliamo trasferire l'immagine. A questo punto sul server ftp creiamo l'utente install con password install ad esempio.
Eseguiamo :
uploaddisk ip_server_ftp myimg.gz wd0
e inizierà la copia del nostro disco verso il server FTP. Se invece il server ftp non possiede l'utente install, allora dovremmo eseguire:
uploaddisk nome_utnte@ip_server_ftp myimg.gz wd0

Ripristino Immagine
Per ripristinare l'immagine bsterà eseguire:
slurpdisk ip_server_ftp myimg.gz wd0
e il gioco è fatto.

Conclusioni
Per visualizzare gli altri comandi basterà digitare al prompt
g4u>
il comando help.
g4u è un programma molto ultile qualora si devono fare delle installazioni in serie di PC, siano esse installazioni linux,Bsd o altro.
Per ulteriori informazioni : http://theatomicmoose.ca/g4u/


fonte: enricopirozzi
Un completo tutorial lo trovate in questa pagina


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Ultimi post pubblicati

Vacanze    TUI.it

Universo Linux



Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

1 commento:

  1. Consiglio come ghost, sia per linux che windows (ma anche Mac) la distro Live Clonezilla:
    http://clonezilla.org/

    Eccellente e relativamente semplice, anche per lavori complessi come quello descritto!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.