Come installare il sistema operativo da USB con SARDU.

La prima applicazione che vogliamo citare è SARDU, uno strumento gratuito, realizzato da Davide Costa, sviluppatore sardo, che permette di installare il sistema operativo da USB, sia esso una distribuzione Linux oppure una qualunque versione di Windows.

Oltre a Linux e Windows sarà ovviamente possibile eseguire qualsiasi tool per la gestione del sistema e la risoluzione di eventuali problemi.

Quasi ogni produttore di software antivirus/antimalware, ad esempio, mette a disposizione dei propri utenti un supporto di emergenza (CD o DVD) – generalmente sotto forma di file d'immagine in formato ISO – che consente di effettuare una scansione del disco fisso alla ricerca di eventuali componenti nocivi prima del caricamento del sistema operativo.

Il supporto CD o DVD è infatti avviabile: lasciandolo inserito nel lettore al momento dell'avvio del personal computer, potrà essere utilizzato per esaminare il contenuto del sistema rimuovendo gli "ospiti sgraditi" che dovessero essere rilevati.

Purtroppo, però, qualora si volesse effettuare un'analisi del sistema con più software (ad esempio, con i CD di emergenza di Avira, di BitDefender, di Dr.Web, di F-Secure, di G DATA, di Kaspersky, di Panda e così via), si sarebbe costretti a masterizzare un supporto per ogni programma rilasciato dai vari vendor.
SARDU (acronimo di Shardana Antivirus Rescue Disk Utility; gli Shardana erano una delle popolazioni dell'antichità che solcavano il mar Mediterraneo e che si ritiene possano essere gli antenati dei sardi ed i primi costruttori dei celeberrimi nuraghi) è un programma gratuito che si prefigge come obiettivo quello di superare tale limitazione. Il software, infatti, è capace di preparare un'unica chiavetta USB per l'installazione di più utilità o di più sistemi operativi. Il vantaggio è indubbio: sarà possibile aggiornare periodicamente il contenuto del supporto con nuove versioni delle varie utilità inserite.In alternativa, SARDU è anche capace di salvare l'intero contenuto di più file ISO in un'unica immagine ISO multiboot, altrettanto avviabile. Il contenuto di tale file potrà essere eventualmente masterizzato su un supporto CD/DVD.

SARDU, a titolo esemplificativo, permette l'installazione di sistemi operativi come Windows (dischi di ripristino compresi), delle distribuzioni Linux (Austrumi, Backtrack, Damn Small Linux, Fedora, Inquisitor Live, Linux Multimedia Player, NimbleX, Phroronix, Puppy Linux, Slax, xPUD, Ubuntu, Kubuntu, StartOS, Mint, LinuX Gamers, Tails, Android x86) e di tutta una serie di utilità particolarmente apprezzate.
Oltre ai CD di emergenza di antivirus quali AOSS PCTools, AVG Rescue, Avira AntiVir Rescue System, BitDefender Rescue, Dr.Web Live, eScan Rescue, F-Secure Rescue, GDATA Boot, Kaspersky Rescue, Panda Safe, VBA32 Rescue, Acronis Antimalware, Anvi Rescue CD, Comodo Rescue Disk, Ubuntu MRT, Microsoft WDO, SARDU consente di inserire – nel supporto USB collegato – anche utilità come Clonezilla (per creare file d'immagine del contenuto di dischi e partizioni; per clonare dischi fissi), Gparted (consente una perfetta gestione delle partizioni presenti nei dischi fissi oltre ad altre operazioni di manutenzione), Offline NT Password (utilità per il recupero delle password di accesso a Windows), Parted Magic (gestione delle partizioni), System Rescue CD, Ultimate Boot CD, Macrium Reflect, Ophcrack, Partition Wizard, Parted Magic, Ping (partizionamento del disco) Redo Backup Live, Trinity Rescue Disk, OpenDiagnostics ed Hiren's Boot CD.


IMPORTANTE AVVERTENZA SU SARDU

SARDU è un software assolutamente legittimo che non contiene, al suo interno, alcun componente potenzialmente pericoloso.
Da alcune versioni a questa parte, SARDU non viene più distribuito come prodotto "stand alone" e dev'essere installato sul sistema facendo doppio clic sul file setup.exe. Sebbene l'installazione di SARDU non sia strettamente necesaria, da qualche tempo il file setup.exe offre il caricamento sul sistema di alcuni adware non indispensabili per il funzionamento di SARDU.

La presenza degli adware ha fatto drizzare le antenne a diversi motori di scansione antivirus/antimalware che segnalano come potenzialmente nocivo l'archivio di SARDU.
Ciò, va precisato, non corrisponde al vero anche perché l'installazione dei componenti superflui può essere negata dopo aver fatto doppio clic sul file setup.exe.
Per impedire l'installazione dei componenti adware si dovrà cliccare più volte sul pulsante Decline togliendo poi il segno di spunta dalla casella Install Snap.do smartbar...:
In realtà, per usare SARDU, gli utenti più smaliziati possono addirittura evitare di eseguire l'installazione aprendo il file setup.exe con l'utility 7-Zip quindi estraendo i file contenuti nella directory radice e le sottocartelle presenti in $_OUTDIR nella directory C:SARDU.
SARDU sarà quindi avviabile facendo doppio clic sul file sardu.exe.

Suggeriamo di impostare un'eccezione nel software antivirus/antimalware in modo da utilizzare SARDU senza alcun problema ed evitare di veder apparire segnalazioni sicuramente un po´ troppo zelanti.


L'interfaccia di SARDU è nettamente migliorata rispetto alle prime versioni: le sei schede proposte (Antivirus, Utility, Linux, Windows, Downloader, Report) permettono di verificare quali strumenti il programma può supportare ed inserire nell'unità USB avviabile.
I pacchetti ai quali si è interessati debbono essere prelevati manualmente: in tal senso, però, SARDU accorre in aiuto. Per procedere, infatti, è sufficiente cliccare sul pulsante corrispondente al prodotto software che si vuole aggiungere: ove possibile, SARDU provvederà automaticamente mostrando lo stato di avanzamento del download nella scheda Downloader:
Una volta selezionati i pacchetti da scaricare, si dovrà necessariamente accedere alla scheda Downloader e fare clic sul pulsante START.

I file ISO via a via prelevati saranno automaticamente memorizzati nella sottocartella ISO di SARDU. All'interno della medesima locazione di memoria si potranno eventualmente salvare, in modo autonomo, altre immagini ISO avviabili.

I grossi pulsanti posti sulla parte destra della finestra e raffiguranti, rispettivamente una chiavetta USB ed un CD-ROM, permettono di dare il via alla procedura di configurazione della chiavetta USB avviabile o, in alternativa, alla creazione di un file ISO memorizzabile su disco fisso.

I comandi Update USB e Update only SARDU's menu, entrambi contenuti nel menù USB dell'applicazione, consentono di aggiornare – in tempi successivi – l'intero contenuto della chiavetta USB SARDU oppure unicamente il menù di boot di SARDU.
SARDU è l'unico software della sua categoria che permette di installare dalla stessa penna USB FAT32, tutti i sistemi operativi Windows (Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows gestendo contemporaneamente tutti gli ambienti Windows PE.

Diversamente rispetto, ad esempio, a YUMI (programma presentato nelle pagine seguenti), SARDU riesce a gestire l'integrazione dei vari software in un unico passaggio.

Grazie a QEMU, inoltre, è possibile provare il funzionamento delle chiavette USB avviabili o dei DVD creati con SARDU senza abbandonare Windows e senza quindi dover effettuare un riavvio del sistema.

Le immagini in formato ISO prodotte da SARDU, inoltre, possono essere masterizzate direttamente su supporto DVD (viene utilizzato il noto modulo cdrecord).
fonte: Il Software
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
reeder
Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.