Guida all'installazione di Ubuntu 14.04 "Trusty Tahr": eliminare Amazon e Skimlink nella Dash di Ubuntu.

Ubuntu 14.04 "Trusty Tahr" (d'altronde lo fa da Ubuntu 12.10 in poi) offrirà tra i risultati delle ricerche anche dei collegamenti ai prodotti Amazon.

Gli acquisti che andranno a buon fine porteranno un po' di denaro nella casse di Canonical, ma c'è chi grida allo scandalo.

A molti utenti non piace infatti l'idea che Ubuntu suggerisca tra i risultati di una ricerca anche l'acquisto di prodotti su Amazon.

Risultati probabilmente poco rilevanti se magari si sta semplicemente cercando un file - un'azione che molti di noi fanno decine di volte al giorno.

Alcuni si sono lanciati ad affermare persino che Canonical si sta svendendo al marketing, e che Amazon raccoglierà i dati sugli utenti per tracciarne un profilo commerciale più preciso, senza la loro autorizzazione.



Accusa che Mark Shuttlework rimanda al mittente: il fondatore di Canonical sottolinea che le ricerche sono gestite dai server dell'azienda, e che il sistema non traccia le abitudini di navigazione degli utenti.
"Non diciamo ad Amazon che cosa cercate. Il vostro anonimato è protetto, perché gestiamo la ricerca in vostra vece. […] 
"Vi fidate già di noi per la sicurezza dei dati, e ci date fiducia a ogni aggiornamento", 

sono state le parole di Shuttleworth sull'argomento. E non si tratterebbe nemmeno di pubblicità, perché

"stiamo integrando risultati online nella ricerca. Questo non è marketing perché non siamo pagati per mostrare questi elementi, sono semplici risultati Amazon per la ricerca inserita",
ha aggiunto l'ex astronauta, per poi concludere dicendo che se si ricevono risultati non rilevanti è perché non si sono inseriti termini di ricerca abbastanza precisi.

Quindi per rimuovere questi due servizi ecco come fare:

1.- Amazon.

Cliccate sul logo di Ubuntu per avviare la dash e poi sul simbolo che sembra una A per andare nella schermata programmi. In alternativa potete usare la combinazione di tasti Start + A.

Nel campo di ricerca cercate dapprima Amazon. Selezionate l'icona di Amazon presente alla voce Plugin della Dash e clicchiamoci su. Si aprirà una nuova finestra dove sarà possibile ora disattivare la ricerca su Amazon nella Dash di Ubuntu.

2.- Skimlink.

Facciamo la stessa cosa per Skimlink (non vi metto screen perché il procedimento è il medesimo).

Bene, così facendo abbiamo disattivato la ricerca su questi servizi e dunque non vi appariranno più prodotti da amazon e skimlinks.

Skimlinks è una piattaforma di contenuti di monetizzazione per gli editori online (inclusi ma non limitati a siti editoriali, forum , blogger , social network e app sviluppatori ) che si specializza in in-text, contestuale.

La società è stata lanciata a Londra nel 2007 dagli australiani co-fondatori Alicia Navarro e Joe Stepniewski. Ha più di 60 dipendenti e ha raccolto 11 milioni dollari in finanziamenti fino ad oggi.

Ha uffici a Londra , San Francisco e Tokyo . Il 17 ottobre 2013, Skimlinks è stato annunciato come un membro del Future Tech City UK, un programma di governo che supporta le aziende in rapida crescita con l'obiettivo di potenziare il suo sviluppo nel London Stock Exchange.

3.- Midori.

Midori fa parte del desktop environment XFCE. Fa inoltre ormai parte predefinitamente delle distribuzioni linux Elementary OS e Bodhi Linux.

Una versione del browser è stata portata anche sui sistemi operativi per dispositivi mobili della Openmoko Inc., il Neo1973 e il Neo FreeRunner.

Il motore di ricerca predefinito è DuckDuckGo.

Nonostante in passato abbia sofferto di frequenti crash, e nonostante sia ancora in versione alpha, ad oggi si dimostra più stabile. Tra le caratteristiche principali si notano: Integrazione completa con GTK+2. Navigazione in modalità anonima Visualizzazione delle pagine basata su WebKit. Gestione di tabs, finestre e sessioni. Preferiti gestiti con XBEL. Searchbox basata sullo standard OpenSearch. Estensible con scripting in Lua e Vala.

Potete installarlo direttamente con Ubuntu Software Center cercando la voce "midori". Una volta trovato il file basta cliccarci sopra per avviare automaticamente l'installazione.

Nelle versioni precedenti di  di Ubuntu è presente la versione 0.4.3 che è un po' vecchiotta e non supporta WebKit GTK2 / GTK3 vediamo come installare o aggiornare la nuova versione.0.5.0 con pochi semplici comandi tramite i PPA:

sudo add-apt-repository ppa:midori/midori-dev 
sudo apt-get update 
sudo apt-get install midori-gtk3

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
reeder

Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.