Introduzione a Gconf, sistema utilizzato da GNOME per memorizzare le impostazioni di configurazione per il desktop e le applicazioni: 2a parte

Impostare i valori di preferenza

È possibile impostare un valore vincolante o un valore predefinito per una chiave. Per cambiare i valori vincolanti di preferenza o i valori predefiniti di preferenza, è necessario che nessun utente stia eseguendo un demone GConf. Assicurarsi quindi che tutti gli utenti abbiano effettuato il logout prima di modificare le loro preferenze.

Per impostare un valore vincolante o un valore predefinito per una chiave di preferenza usare il comando gconftool-2 come segue:

gconftool-2 --direct \
--config-source sorgente-configurazione \
--type tipo-dati \
--set chiave-preferenzavalue

Ad esempio per impostare wwwproxy.xyz.com come l'host vincolante per il proxy HTTP, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type string \
--set /system/http_proxy/host wwwproxy.xyz.com

In tal modo gli utenti non possono passare sopra a questo valore di preferenza.

Allo stesso modo è possibile usare il comando gconftool-2 per impostare i valori predefiniti. Ad esempio, per impostare a cinque il numero predefinito di aree di lavoro, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type int \
--set /apps/metacity/general/num_workspaces 5

In tal modo gli utenti possono passare sopra a questo valore di preferenza.

Prima di cambiare il valori vincolanti di preferenza o quelli predefiniti è necessario assicurarsi che tutti gli utenti abbiano effettuato il logout.

Impostazione di preferenze generali

1.6.1. Impostare preferenze per il proxy HTTP

Per impostare le preferenze del proxy HTTP è necessario modificare i valori delle chiavi di preferenza nella directory /system/http_proxy/. Ad esempio, per impostare un valore vincolante per l'host di proxy HTTP, eseguire il comando seguente:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type string \
--set /system/http_proxy/host nome-proxy

Per impostare invece il valore predefinito per l'host di proxy HTTP, eseguire il comando seguente:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type string \
--set /system/http_proxy/host nome-proxy

È anche possibile impostare altre preferenze legate al proxy HTTP. Per informazioni su queste preferenze vedere il file definizione schema system_http_proxy.schemas.

1.6.2. Impostare preferenze di gestione stampa

Per impostare le preferenze di gestione delle stampe, è necessario modificare il valore delle chiavi di preferenza nella posizione /apps/gnome-print-manager. Ad esempio per fare in modo che ogni utente non veda i lavori di stampa degli altri utenti, impostare un valore vincolante come il seguente:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type bool \
--set /apps/gnome-print-manager/show_all_jobs false

Per impostare un valore predefinito per questa preferenza, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type bool \
--set /apps/gnome-print-manager/show_all_jobs false

È anche possibile impostare altre preferenze legate alla gestione delle stampe. Per maggiori informazioni su tali preferenze consultare il file definizione schema gnome-print-manager.schemas.


1.6.3. Impostare il numero di aree di lavoro

Per impostare un numero vincolante di aree di lavoro usare il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type int \
--set /apps/metacity/general/num_workspaces intero

Per impostare un numero predefinito di aree di lavoro usare il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type int \
--set /apps/metacity/general/num_workspaces intero

È possibile impostare anche altre preferenze relative al window manager. Per informazioni su queste preferenze vedere il file definizione schema metacity.schemas

1.6.4. Impostare preferenze di accessibilità della tastiera

Per impostare le preferenze di accessibilità della tastiera modificare i valori delle chiavi di preferenza nella directory /desktop/gnome/accessibility/keyboard. Ad esempio per impostare un valore vincolante che attivi le caratteristiche di accessibilità della tastiera, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type bool \
--set /desktop/gnome/accessibility/keyboard/enable true

Per impostare un valore predefinito per questa preferenza, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type bool \
--set /desktop/gnome/accessibility/keyboard/enable false

È possibile impostare anche altre preferenze legate all'accessibilità della tastiera. Per maggiori informazioni su queste vedere il file definizione schema desktop_gnome_accessibility_keyboard.schemas.

1.6.5. Impostare preferenze per scorciatoie da tastiera

Per impostare le preferenze per le scorciatoie da tastiera, modificare i valori nella posizione /apps/metacity/global_keybindings. Esempio: fare in modo che tutti gli utenti usino solo la scorciatoia Alt+F3 per aprire il dialogo Esegui applicazione. Per impostare questo valore vincolante, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type string \
--set /apps/metacity/global_keybindings/panel_run_dialog 'F3'

È anche possibile impostare altre preferenze legate alle scorciatoie da tastiera. Per maggiori informazioni su queste vedere il file definizione schema metacity.schemas.
1.6.6. Impostazione di preferenze per pannelli ed oggetti di pannello

Il file panel-default-setup.entries specifica i seguenti dettagli dei pannelli nello GNOME Desktop:

* numero di pannelli;
* tipi di pannelli;
* proprietà dei pannelli;
* contenuto dei pannelli.

La configurazione dei singoli pannelli e degli oggetti di pannello è un'attività complessa. Tale configurazione necessita in primo luogo la comprensione della struttura del file panel-default-setup.entries. Per maggiori informazioni su tale file vedere la sezione successiva.

Per impostare le preferenze dei singoli pannelli e degli oggetti di pannello è necessario impostare in una sorgente di configurazione i valori di molte preferenze. Il modo più semplice per impostare i valori di preferenza del pannello è usare il comando gconftool-2 assieme alle opzioni --dump e --load. Per maggiori informazioni su come impostare le preferenze per i pannelli e per gli oggetti di pannello, consultare Sezione 1.6.6.2 - Impostare preferenze per singoli pannelli ed oggetti di pannello.

1.6.6.1. Specificazione di singoli pannelli e oggetti di pannello

Il file panel-default-setup.entries contiene sezioni che specificano i pannelli ed il loro contenuto, specificando i valori per le chiavi schema. Tale file risiede nella directory /etc/gconf/schemas ed è strutturato come segue:

The panel-default-setup.entries file is structured as follows:

1. Chiavi che specificano la struttura generale di pannelli, applet ed altri oggetti di pannello nello GNOME Desktop; le seguenti chiavi specificano il numero di pannelli, oggetti di pannello ed applet che appaiono nello GNOME Desktop:
* /apps/panel/default_setup/general/toplevel_id_list
* /apps/panel/default_setup/general/object_id_list
* /apps/panel/default_setup/general/applet_id_list

Le chiavi inoltre assegnano un identificatore ad ogni pannello, applet e oggetto di pannello; ad esempio, il seguente estratto da panel-default-setup.entries specifica che nello GNOME Desktop deve apparire un pannello:

toplevel_id_list
/schemas/apps/panel/general/toplevel_id_list

bottom_panel

Nel file panel-default-setup.entries, l'identificatore bottom_panel identifica il pannello di bordo inferiore.
2. Chiavi che specificano le proprietà dei pannelli. Le chiavi di proprietà dei pannelli sono strutturate come segue:

/apps/panel/default_setup/toplevels/nome-pannello/chiave-proprietà-pannello

Ad esempio la chiave /apps/panel/default_setup/toplevels/bottom_panel/size specifica la dimensione del pannello inferiore.

3. Chiavi che specificano gli oggetti di pannello, le proprietà di tali oggetti e i pannelli in cui tali oggetti risiedono. Ad esempio il seguente estratto da panel-default-setup.entries specifica un oggetto Menù principale sul lato sinistro del pannello inferiore:

object_type
/schemas/apps/panel/objects/object_type

menu-object

toplevel_id
/schemas/apps/panel/objects/toplevel_id

bottom_panel

position
/schemas/apps/panel/objects/position


4. Chiavi che specificano le applet, le loro preferenze ed i pannelli in cui tali applet risiedono. Ad esempio il seguente estratto da panel-default-setup.entries specifica l'applet Lista delle finestre nel pannello inferiore:

object_type
/schemas/apps/panel/objects/object_type

bonobo-applet

toplevel_id
/schemas/apps/panel/objects/toplevel_id

bottom_panel

position
/schemas/apps/panel/objects/position

bonobo_iid
/schemas/apps/panel/objects/bonobo_iid_type

OAFIID:GNOME_WindowListApplet

Il OAFFID è un identificativo univoco per una applet. Per trovare il OAFFID per una particolare applet, consultare il file .server per l'applet nella directory /usr/lib/bonobo/servers. Ad esempio, il seguente estratto da GNOME_Wncklet_Factory.server mostra il OAFIID per l'applet Lista finestre:

1.6.6.2. Impostare preferenze per singoli pannelli ed oggetti di pannello

Per impostare le preferenze per un pannello e per gli oggetti su un pannello fare quanto segue:

1. Effettuare il login in una sessione GNOME e configurare il pannello come richiesto.
2. Usare lo strumento a riga di comando gconftool-2 assieme all'opzione --dump per generare un file che contiene una descrizione XML della propria configurazione del pannello. L'opzione --dump genera una lista contenente tutte le chiavi di preferenza in una directory specificata del repertorio GConf.

Ad esempio il seguente comando crea una descrizione XML della configurazione del pannello in un file di nome impostazione-pannello.entries:

gconftool-2 --dump /apps/panel/ > impostazione-pannello.entries

3. Aprire il file impostazione-pannello.entries in un editor di testo e modificarlo secondo esigenza.

Ad esempio, si potrebbe desiderare cambiare la posizione dei file desktop entry. Il seguente è un estratto da un file generato con l'opzione --dump:

objects/object_16/launcher_location
/schemas/apps/panel/objects/launcher_location

hadjaha-00adce02f7.desktop

Nell'esempio qui sopra, si potrebbe voler cambiare il riferimento a hadjaha-00adce02f7.desktop ad un altro file desktop entry che è disponibile globalmente.

Quando si genera una configurazione del pannello con l'opzione --dump, le posizioni degli oggetti di pannello sono posizioni assolute. Si potrebbe voler cambiare tali posizioni da assolute in relative. L'oggetto alla estrema sinistra del pannello ha un valore position pari a 0. L'oggetto che segue ha un valore position pari a 1 e così via. Se si vuole che le posizioni degli oggetti siano relative al lato destro del pannello, impostare il valore della chiave right_stick a true.

4. Usare lo strumento a riga di comando gconftool-2 assieme all'opzione --load per impostare i valori della sorgente di configurazione predefinita ai valori indicati nel file impostazione-pannello.entries. Ad esempio il comando seguente imposta i valori delle chiavi nella sorgente di configurazione prefefinita ai valori delle corrispondenti chiavi in impostazione-pannello.entries:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--load impostazione-pannello.entries

Impostazione di preferenze dell'aspetto

1.7.1. Impostare preferenze per il tipo di carattere

Per impostare le preferenze per il tipo di carattere è necessario modificare il valore di due chiavi di preferenza. La tabella seguente mostra le chiavi da modificare e la parte dell'interfaccia utente cui le chiavi corrispondono:
Posizione GConf Componente interfaccia utente
/desktop/gnome/interface/font_name Strumento di preferenza Caratteri, opzione Carattere per le applicazioni.
/apps/nautilus/preferences/desktop_font Strumento di preferenza Caratteri, opzione Carattere per il desktop.

Ad esempio per impostare il tipo di carattere vincolante per le applicazioni a Sans 12, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type string \
--set /desktop/gnome/interface/font_name "Sans 12"

Per impostare invece il tipo di carattere predefinito per il desktop a palatino 12, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type string \
--set /apps/nautilus/preferences/desktop_font "palatino 12"

1.7.2. Impostare preferenze per lo sfondo

Per impostare le preferenze per lo sfondo della scrivania, è necessario modificare i valori delle chiavi di preferenza nella posizione /desktop/gnome/background. Ad esempio, per impostare una immagine vincolante per lo sfondo, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type string \
--set /desktop/gnome/background/picture_filename nomefile.png

Per impostare un valore predefinito per questa preferenza, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type string \
--set /desktop/gnome/background/picture_filename nomefile.png

È possibile impostare anche altre preferenze dello sfondo. Per maggiori informazioni su queste, consultare il file definizione schema desktop_gnome_background.schemas.
1.7.3. Impostare preferenze per l'immagine di avvio

Per impostare le preferenze per l'immagine d'avvio (splash screen), è necessario modificare i valori delle chiavi di preferenza nella posizione /apps/gnome-session/options/. Ad esempio per fare in modo che gli utenti non abbiano una immagine d'avvio, impostare un valore vincolante come segue:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.mandatory \
--type bool \
--set /apps/gnome-session/options/show_splash_screen false

Per impostare un valore predefinito per questa preferenza, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source xml:readwrite:/etc/gconf/gconf.xml.defaults \
--type bool \
--set /apps/gnome-session/options/show_splash_screen false

È possibile impostare anche altre preferenze dell'immagine d'avvio. Per maggiori informazioni su queste consultare il file definizione schema gnome-session.schemas.

Ripristinare i valori predefiniti delle preferenze

Per ripristinare i valori predefiniti delle preferenze per un utente, eseguire il seguente comando:

gconftool-2 --direct \
--config-source sorgente-configurazione-utente \
--recursive-unset

Sostituire sorgente-configurazione-utente con la sorgente di configurazione nella directory .gconf nella directory home dell'utente.

Questo comando reimposta (reset) i valori di tutte le chiavi di preferenza in tutte le sottodirectory dalle impostazioni dell'utente alle impostazioni nella sorgente di configurazione predefinita.
fonte: librerie Gnome



fonte: librerie Gnome

Ultimi post pubblicati


Vacanze    TUI.it

Universo Linux



Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.