Guida introduttiva di Chrome: gestione di più utenti su Chrome e compilazione automatica dei moduli.

Google Chrome (detto anche semplicemente Chrome) è un browser basato su WebKit sviluppato da Google. Dalla versione 28 è basato sul motore di rendering Blink.

Basato sul browser Chromium, Chrome nel corso degli anni è cresciuto a tal punto da diventare il browser più usato al mondo nell'ottobre 2013.

Google ha messo a punto anche una nuova iniziativa: Chrome Experiments, con lo scopo di testare la funzionalità del proprio browser.

Si basa sul browser open source Chromium, di cui implementa le stesse funzionalità. La parte realizzata da Google, che ha differenziato il logo, è rilasciata sotto licenza BSD, mentre le altre parti sono soggette a una varietà di licenze open source.

Il browser progettato del team di Mountain View già dalla prima versione si dimostrò appetibile. La ricetta di Google Chrome è: velocità, sicurezza e manualità. Nei paragrafi seguenti sono approfonditi gli argomenti.





Sicurezza:

Blacklist: Chrome periodicamente scarica gli update per phishing e malware e avvisa gli utenti quando cercano di visitare un sito pericoloso. Questo servizio è inoltre reso disponibile per altri utilizzando una API pubblica. Nel mantenere queste blacklist, Google avvisa anche i proprietari dei siti che potrebbero non essere a conoscenza della presenza di pagine pericolose.

Incognito: È presente la possibilità di aprire schede o finestre nella modalità in incognito che non lascia sul computer nessuna traccia dei siti visitati: non vengono salvati né nella cache, né nella cronologia e vengono eliminati i cookie. Questa funzione non è comunque una novità assoluta: è già stata implementata in Safari, in Internet Explorer 8, in Mozilla Firefox 3.5 e in Opera dalla versione 10.50.

Sandboxing: Ogni scheda di navigazione in Chrome è isolata in una "sandbox" in modo che il malware non si possa installare e che non possa compromettere le altre schede. Questi processi inoltre non possono né scrivere file né leggere file da aree importanti come le directory personali dell'utente o il desktop.

Google Chrome può inviare informazioni ai suoi produttori ogni volta che si preme un qualsiasi tasto e ogni volta che si scrive nella barra degli indirizzi; questo comportamento è disattivabile grazie a "UnChrome", un programma che cancella l'ID che Google registra durante l'installazione. In alternativa, è stato progettato SRWare Iron, basato su Chrome ma con notevoli miglioramenti, tra i quali l'assenza di comunicazione con server di terzi.

Download.

Gestione di più utenti su Chrome.

Condividi regolarmente un computer con parenti o amici? Desideri tenere Preferiti, temi e impostazioni separati da quelli degli altri? Puoi aggiungere nuovi utenti in Chrome per consentire a ognuno di avere le proprie copie personalizzate di Chrome sullo stesso computer.

Aggiunta di un nuovo utente.

Fai clic sul menu Chrome Chrome menu nella barra degli strumenti del browser e seleziona Impostazioni.
Nella sezione "Utenti", fai clic su Aggiungi nuovo utente.
Nella finestra di dialogo di conferma visualizzata, scegli un'immagine e inserisci un nome per il nuovo utente di Chrome. Nota. Quando aggiungi un nuovo utente Chrome, per impostazione predefinita viene creato un collegamento sul desktop. Se non vuoi che venga creato un collegamento sul desktop, deseleziona la casella di controllo "Aggiungi collegamento sul desktop".
La creazione di un collegamento sul desktop per i nuovi utenti permette a ogni utente Chrome sul tuo computer di accedere rapidamente al proprio profilo. I vari profili sono facilmente distinguibili sul desktop dai vari nomi e immagini associati a ogni profilo.

Fai clic su Crea.
Viene visualizzata una nuova finestra per l'utente, con l'immagine scelta per l'utente visualizzata nell'angolo in alto. In questa finestra puoi accedere a Chrome con un account Google per associare l'account all'utente. Dopo avere eseguito l'accesso, tutti i Preferiti, le applicazioni, le estensioni, il tema e le impostazioni del browser dell'utente verranno sincronizzati con l'account. Leggi ulteriori informazioni sull'accesso a Chrome.
Se preferisci, puoi anche scegliere di saltare questo passaggio e non eseguire l'accesso. Le impostazioni relative all'utente verranno salvate soltanto sul computer.


Utenti di dispositivi Chrome. Non puoi creare più utenti svolgendo la procedura precedente. Dovrai aggiungere degli account sul dispositivo.

Compilazione automatica dei moduli.

Se sei stanco di compilare continuamente moduli web con le stesse informazioni, la funzione Compilazione automatica ti consente di compilare i moduli con un solo clic.

Utilizzo di Compilazione automatica

Memorizza le informazioni sull'indirizzo. La prima volta che compili un modulo, Google Chrome memorizza automaticamente le informazioni di contatto che inserisci, ad esempio nome, indirizzo, numero di telefono o indirizzo email, come voce di Compilazione automatica. Puoi memorizzare più indirizzi come voci separate.

Memorizza in modo sicuro i dati della carta di credito. Chrome può memorizzare i dati della tua carta di credito con la tua autorizzazione esplicita. Quando inserisci i dati della carta di credito in un modulo, nella parte superiore della pagina di Google Chrome ti viene chiesto se desideri memorizzare le informazioni. Fai clic su Salva informazioni se desideri che i dati della carta di credito vengano memorizzati come voce di Compilazione automatica.

Compila un modulo con un clic. Quando inizi a compilare un modulo, le voci di Compilazione automatica corrispondenti al testo digitato vengono visualizzate in un menu. Seleziona una voce per completare automaticamente il modulo con le informazioni della voce.

Google Chrome memorizza anche il testo digitato in campi specifici dei moduli. La volta successiva che compilerai lo stesso campo, il testo digitato in passato verrà visualizzato in un menu. Seleziona nel menu il testo che desideri utilizzare per inserirlo direttamente nel campo.

Visualizza l'anteprima di un modulo prima di compilarlo. Per sapere come verrà completato un modulo in Google Chrome prima che venga effettivamente compilato, posiziona il puntatore del mouse sopra una voce di Compilazione automatica nel menu. I campi che possono essere compilati automaticamente vengono evidenziati in giallo.

Alcuni siti web potrebbero tentare di acquisire i tuoi dati in campi nascosti o di difficile visualizzazione. Pertanto, è importante utilizzare la funzione Compilazione automatica solo su siti attendibili. Alcuni siti web impediscono ai browser di salvare il testo digitato; in questi casi, Google Chrome non potrà compilare i moduli presenti in tali siti

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

reeder
Luca Soraci

Luca Soraci

Ubuntu giunge alle nostre orecchie solo perché è stato mutuato come nome per un sistema operativo di successo; lo abbiamo sentito nei discorsi di Mandela, del vescovo Tutu, ed è uno dei concetti fondanti di quel movimento di rinascimento che vuole far fiorire il continente africano al di sopra delle difficoltà attuali.

Nessun commento:

Posta un commento

Powered by Blogger.